Michael Jackson: vent'anni fa usciva "Dangerous"


26/11/2011 - Erano passati quattro anni dal successo planetario di "Bad" e le voci che annunciavano un nuovo album del Re del Pop si facevano sempre più insistenti. C’era però anche una notizia ad allarmare fan e appassionati: Michael Jackson aveva abbandonato Quincy Jones. Più che produttore, Jones era diventato una sorta di ‘padre artistico’ per Jackson. Lo aveva guidato e consigliato, imprimendo al suo stile e al suo sound una serie di direzioni fondamentali. Con sgomento di tutti, il 26 novembre di vent’anni fa, "Dangerous" venne pubblicato con la metà dei brani prodotti da Teddy Riley e l’altra metà dallo stesso Jackson e da Bill Bottrell (oltre a un paio di tracce più legate al passato, realizzate insieme a Bruce Swedien - già presente in "Thriller" e "Bad").

Cinquecento milioni di persone rimasero incollate davanti allo schermo per guardare i dieci minuti di "Black Or White": primo singolo e colossale epifania della musica pop. Girato da John Landis ("The Blues Brothers", "Una poltrona per due", ma anche "Thriller", pluripremiato video di Jackson) e con la partecipazione di Macaulay Culkin, "Black Or White" fu un successo annunciato, anche grazie all’innovativo uso del morphing. I problemi arrivarono poi, quando i quattro minuti finali vennero censurati perché ritenuti troppo violenti. Le immagini di Michael Jackson che distrugge vetrine e macchine su cui sono stati disegnati simboli razzisti, male si conciliava con le recenti rivolte nere in alcune città degli Stati Uniti.

La censura - ovviamente - non impedì i risultati: "Black or White" rimase primo nella classifica dei singoli per ben sette settimane, mentre "Dangerous" vendette 326.500 copie nella prima settimana e quattro milioni in meno di due mesi solo negli USA. Gli altri brani non furono da meno: "Remember the Time", "In the Closet", "Will You Be There" ottennero tutti numerosi riconoscimenti, fino al capolavoro di "Heal the World" (e alla ridicola accusa di plagio del ‘nostro’ Al Bano) che diede poi il nome alla "Heal the World Foundation", associazione benefica fondata nel 1992 a cui Jackson donò quasi tutti i ricavati del "Dangerous World Tour".

Impossibile riassumere l’impatto del disco e meno che mai dei singoli: quella di "Dangerous" fu una rivoluzione nel mondo del pop che iniziò dal suono. Dopo aver dettato legge con "Thriller" e "Bad", Jacko e il suo staff furono capaci di sconvolgere tutti con una pietra miliare del New Jack Swing: un capolavoro che regalò a Bruce Swedien e Teddy Riley il Grammy Award come "Best Engineered Album - Non Classical". L’attitudine maniacale di Jackson nel voler curare in modo eccellente ogni aspetto dei suoi dischi (non solo quello musicale) ci impone di chiudere questa piccola celebrazione concentrandoci sulla copertina.

L’immagine di "Dangerous" fu affidata a un pittore di cui si parlava molto in quegli anni. Mark Ryden non era ancora affermato (benché fosse ben noto negli ambienti artistici), ma Michael Jackson giudicò il suo stile surrealismo pop, perfetto per la cover dell’album. Il risultato finale fu straordinario. Innanzi tutto per l’idea di ritrarre solo lo sguardo di Jacko e non la figura intera. Poi per l’enorme quantità di simboli presenti nel quadro (tanto da ricordare la ‘foto di famiglia’ del "Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band" dei Beatles): dal cane con scettro, corona e caratteristico guanto sulla mano sinistra (l’anno di nascita di Jackson era appunto quello del Cane secondo l’oroscopo cinese), alla scimmia posta in cima al dipinto (Bubbles, lo scimpanzé di Michael Jackson, fu appunto uno dei ritratti più assurdi che furono commissionati a Ryden), fino alla satira politica, impersonata dal mezzobusto di Phineas Taylor Barnum, il controverso circense, qui raffigurato come i presidenti sulle banconote americane.

"Dangerous" (trentadue milioni di copie vendute) è il terzo album più venduto della carriera di Jackson, e il sedicesimo più venduto nella Storia della Musica. Forse, davvero non serve aggiungere altro: piuttosto alzarsi, toglierlo dagli scaffali e riascoltarlo ancora una volta.


Fonte

20 commenti:

  1. Bellissimo Dangeorus, è stato il 2 album di Michael che ho comprato!
    E' davvero fantastico, contiene delle traccie che riascolteri sino allo spasmo!
    Heal The World in particolare, che è stata la canzone con la quale ho conosciuto il Re Del Pop

    RispondiElimina
  2. Bad è stato il primo cd con cui michael ha cambiato genere, passando dal Funky di Off The Wall e Thriller a canzoni più Pop. Dangerous ha cambiato ancora di più lo stile delle canzoni di MJ, questa volta quasi dalla parte del rock (black or White), ma contemporaneamente dolcissime (heal the world, will you be there..) La canzone Dangerous è, poi, spettacolare, accompagnata dalla coreografia che metteva in scena in ogni concerto con camicia bianca, giacca, pantaloni, cappello e cravatta nera. I fan di allora forse si aspettavano qualcosa di diverso, ma è uno degli album migliori di Mike dopo Bad, secondo me. Michael non smetteva mai di stupire...

    RispondiElimina
  3. Meraviglioso album, forse il mio preferito... anche se è difficile stilare una classifica al riguardo... di questo album adoro Give in to me... energia e carica pura... nonostante sia straziante allo stesso tempo...
    Michael.... sei unico... I love you so much...
    colonna sonora della mia vita e del mio cuore...
    ti amo.
    Lin.

    RispondiElimina
  4. In questo articolo, l'unica cosa che non mi va, Michael viene chiamato "Jacko".
    E' risaputo che Michael non voleva essere chiamato in questo modo.
    Mi dispiace Giovanni!
    Lisa

    RispondiElimina
  5. ho sempre amato questo album che per me e il migliore dopo bad....dell'album dangerous la mia preferita e heal the world e black or white ma anche dangerous..grazie michael

    RispondiElimina
  6. bell'album come tutti quelli che ha meravigliosamente composto.Impiegava un sacco di tempo a stilarli.Alla fine uscivano dei capolavori.Grazie ancora Michael.Sei stato,sei e sarai sempre ineguagliabile. Nessuno mai srà paragonabile alla tua grandezza e genialità.Non ho mai assistito a delle performances paragonabili alle tue.Hai avuto una enorme capacità di comunicare emozioni ed è ciò che ti ha reso il più grande.ciao spero che stia bene lassù dove Qualcuno ti ama.

    RispondiElimina
  7. Giovanni, concordo con Lisa...perché non correggi quell'orribile J...o, magari facendo una breve nota? Visto che è pubblicato sul tuo blog, credo che tu ne abbia tutto il diritto e, nello stesso tempo, il dovere per rispetto a Michael e a tutti noi.
    Grazie !!

    RispondiElimina
  8. Dangerous è forse l'album più...come dire....più "completo" di Michael, anche se non è il mio preferito.
    Da In The Closet, a Remember the Time, a Heal the World, a Black or White....c'è ne per tutti i gusti diciamo..;)
    Un vero e proprio capolavoro, lo adoro....<3
    Marty

    RispondiElimina
  9. Sebbene sia molto difficile fare una vera e propria classifica sugli album di Michael che preferisco, credo che sia proprio Dangerous il mio preferito, insieme a Invincible.
    Credo sia assurdo creare una classifica, ma questo album per me è speciale, è qualcosa di molto personale, intimo, come se ce lo avessi solo io e non milioni di altre persone. E' come se l'unica copia fosse la mia, come se fosse qualcosa di talmente personale da tenere sotto chiave... E' un album dove si può trovare di tutto, dal rock al pop alle ballads più dolci. E' veramente stupendo, senza contare che la copertina mi ha sempre affascinato tantissimo. Semplicemente fantastico, ancora non mi capacito che il tempo passi e che questo album abbia già 20 anni...E' così maledettamente attuale!
    Ti amo tanto Angelo mio

    RispondiElimina
  10. Ogni album di Michael Jackson è un capolavoro, ma Dangerous rappresenta la sua completa maturità artistica e l'apice della sua carriera.
    Sound innovativo, brani senza tempo che non mi stanco mai di ascoltare e che saranno ascoltati tra cento anni dando le stesse forti emozioni e gli stessi grandi messaggi.
    Heal the world, sarà cantata in coro nelle scuole dai bambini di tutto il mondo.
    Give in to me, ritmo, melodia, chitarra e una voce unica intrecciati in un mix esplosivo che evocherà per sempre la sensualità del più intenso desiderio d’amore che teme di rimanere senza risposta.
    Keep the Faith, l’energia giusta per affrontare tutti gli ostacoli della vita, la forza per non arrenderci di fronte a mete ambiziose anche se difficili, il coraggio di perseguire la nostra missione anche quando tutto rema contro.
    Will you be there? preghiera meravigliosa e al tempo stesso supplica disperata di un uomo solo che parla a tutti, perché tutti abbiamo momenti di grande sofferenza e ci sentiamo soli di fonte all’infinito, ma così autobiografica e profetica, presagio delle sue ultime preghiere....

    .....quando sbaglio, mi darai direzione?
    quando sono smarrito, mi troverai?
    ma mi hanno detto
    che un uomo dovrebbe essere fedele
    e dovrebbe camminare anche se non può
    e combattere fino alla fine
    ma sono solo umano
    tutti mi stanno controllando
    sembra che il mondo
    abbia un ruolo per me
    sono così confuso
    mi farai capire
    sarai lì per me
    e ti occuperai abbastanza da sopportarmi?
    ………………
    ci sarai? nelle mie difficoltà
    nei dubbi e nelle frustrazioni
    nella mia violenza
    nella mia turbolenza
    nella paura e nelle mie confessioni
    nell'ansia e nel dolore
    attraverso la mia gioia ed il mio dolore
    nella promessa di un altro giorno
    non ti permetterò mai di andartene
    perchè sei sempre nel mio cuore...

    E così ora tu, Michael, sei entrato nel mio cuore e ci resterai per sempre

    Nunzia

    RispondiElimina
  11. Ogni parola è superflua.... un capolavoro,un album meraviglioso, sempre attuale, magnifico,ricco ed emozionante...
    Michael,sei un genio.
    I love you
    Alice

    RispondiElimina
  12. un album senza tempo .. mi ha fatto sognare e star bene .. ero euforica quando lo sentivo- anche oggi- perchè non facevo altro che pensare al suo impegno, dava sempre il meglio di se, come sempre.La dolcezza che esprime, a volte sembrava un bambino impaurito pieno di speranza che allungava la mano per trovare qualcuno che la prendesse per dargli quel calore che, penso, abbia sempre cercato.
    Mi manchi, il vuoto che hai lasciato non potrà mai essere colmato amore mio.
    mary70'

    RispondiElimina
  13. Chicca stellina28 novembre 2011 16:30

    Carissime è tanto tempo che non scrivo qui..l'album Dangerous chissa'perchè mi sembrava di ricordare che la sua uscita fosse un po' antecedente al 1992..xro' lo ricordo benissimo.
    Ho addirittura 1 foto ,dove sono insieme ad un amica..in una giornata d'estate dove lei indossava proprio la maglia di Dangerous. Quello stesso giorno eravamo andate a vedere esibire Leroy di "Saranno Famosi"(che chi è un po' attempatello come me forse ricordera')che era capitato dalle mie parti. Lo so' che questo poco centra...Beh, ricordo che all'epoca i mie gusti musicali si stavano orientando verso altri generi..ma oggi, con il senno di poi,riascoltando quest'album penso che sia stato l'ultimo VERO CAPOLAVORO DI MJ.
    Perfettamente d'accordo con Nunzia,
    "Will you be there"..Stupenda pregheria..mi vengono i brividi e riesco a sentirlo ancora come se fosse ancora qui...eternamente vivo e bellissimo!!!

    With love

    Chicca

    RispondiElimina
  14. Dangerous è il mio album preferito, e sicuramente il più ascoltato di tutti in assoluto! Lo adoro, davvero, forse anche perché racchiude una parte di Michael, con canzoni quali Heal The World e Will You Be There. Non mi stanco mai di sentirlo.

    RispondiElimina
  15. L'ultima notte al mondo

    Cade la neve ed io non capisco che sento davvero, mi arrendo, ogni riferimento è andato via...
    spariti i marciapiedi e le case e colline... sembrava bello ieri.
    Ed io, io sepolto da questo bianco mi specchio e non so più che cosa sto guardando.
    Ho incontrato il tuo sorriso dolce, con questa neve bianca adesso mi sconvolge, la neve cade e cade pure il mondo anche se non è freddo adesso quello che sento e ricordati, ricordami: tutto questo coraggio non è neve. E non si scioglie mai, neanche se deve.
    Cose che spesso si dicono improvvisando:
    Se mi innamorassi davvero saresti solo tu, l'ultima notte al mondo io la passerei con te mentre felice piango e solo io, io posso capire al mondo quanto è inutile odiarsi nel profondo!
    Ho incontrato il tuo sorriso dolce, con questa neve bianca adesso mi sconvolge, la neve cade e cade pure il mondo anche se non è freddo adesso quello che sento e ricordati, ricordami: tutto questo coraggio non è neve. E non si scioglie mai, neanche se deve.
    Non darsi modo di star bene senza eccezione, crollare davanti a tutti e poi sorridere. Amare non è un privilegio, è solo abilità, è ridere di ogni problema... mentre chi odia trema.
    Il tuo sorriso dolce è così trasparente che dopo non c'è niente, è così semplice, così profondo che azzera tutto il resto e fa finire il mondo.
    ...E mi ricorda che il coraggio non è come questa neve.
    Ho incontrato il tuo sorriso dolce, con questa neve bianca adesso mi sconvolge, la neve cade e cade pure il mondo anche se non è freddo adesso quello che sento e ricordati, ricordami: tutto questo coraggio non è neve.
    (Tiziano Ferro)

    Leggendo questo testo... ho subito pensato a te... come sempre... la musica mi parla di te... di me... del caos che a volte ho in testa...

    Ti amo Michael.
    Lin.

    RispondiElimina
  16. Faccio fatica come tante di voi a dare una collocazione a Dangerous in una ipotetica classifica.
    Io di solito quando al primo ascolto non apprezzo a pieno tutti i brani,so per certo che poi diventa uno dei miei preferiti.e così è stato per Dangerous
    Un abbraccio
    Mary63

    RispondiElimina
  17. Sembra impossibile come ogni volta che ascolto una canzone io cerchi te.....e ogni volta ti trovo...

    Tu come il sole (risorgi ogni giorno) - Max Pezzali

    Non c'è la luce senza l'oscurità
    non c'è immaginazione senza realtà
    non c'è l'assoluta grandezza
    della tua presenza
    senza il vuoto completo
    che mi lascia la tua assenza

    Non c'è il colore caldo dell'estate
    delle nostre anime aggrovigliate
    senza il freddo grigio e cupo del peggiore inverno
    in attesa di un messaggio,
    una parola o solo un segno

    Tu come il sole risorgi ogni giorno
    io guardo il cielo ed aspetto il ritorno
    di te che illumini completamente
    la mia vita e la rendi
    immensa e importante

    Non c'è il capirsi anche
    senza parole
    con uno sguardo,
    un gesto o un batticuore
    senza sapere quanto il silenzio
    possa pesare
    quando non c'è niente da dire
    e più niente da fare

    Non c'è la pelle al buio
    che scivola
    sfiorando pelle, entrando nell'anima
    se non c’è stata mai una pelle estranea e inospitale
    che già dopo un secondo
    viene voglia di scappare

    Tu come il sole risorgi ogni giorno
    io guardo il cielo ed aspetto il ritorno
    di te che illumini completamente
    la mia vita e la rendi immensa e importante

    Non ci si può rendere conto di te
    non ti si può
    davvero comprendere
    senza sapere quanto è duro
    esserti lontano
    senza avere cercato
    e non trovato la tua mano

    Che dire di Dangerous,
    20 anni e ascoltare queste canzoni come se fossero appena nate,,
    attuali,bellissime,dolci,scatenate,intime,preziose come ogni canzone di Michael,
    ognuna con la sua storia,un suo video,secondo me i video sono indivisibili dalla musica ed era anche quì il genio di Michael.
    Lui incarnava la sua musica,per molto tempo alcune canzoni non sono state tra le mie preferite,ad es Jam,ma vedendo il video e guardando i concerti,come potevo non innamorarmi anche di questa?
    Poi Michael in questo periodo era spettacolare,di una bellezza sconcertante,e i concerti del Dangerous sono meravigliosi da quanta dolcezza lui emana.
    dolce,dolce dolce e bellooooooo
    LORE

    RispondiElimina
  18. Ciao a tutti angeli...wow vedo che siete sempre di più che bello!!

    Certo che mi da una sensazione strana pensare che oggi come vent'anni fa usciva Dangerous...è strano...se Michael fosse stato ancora vivo avrebbe festeggiato con la sua famiglia e i suoi fan.
    Ma oggi la voglia di festeggiare non viene a nessuno non è bello non averlo più fra noi...ho smesso di disperarmi e di piangere fortunatamente ma ci sono riuscita solo senza ascoltare nessuna canzone senza vedere video o foto penso a lui solo nelle preghiere prima di andare a dormire.Gli dico solo che gli voglio bene.Appena mi avvicino a lui pure ascoltando una canzone mi viene da morireeeeeeeee!!!!!!!!
    Comunque le mie canzoni preferite dell'album sono will you be there black or white e rember time invece il mio album preferito di Michael è bad!!!!!!!!!!!

    VI VOGLIO BENE ANGELI!!
    TVB MICHAEL AUGURI!!!!
    Eleonora

    RispondiElimina
  19. http://www.facebook.com/notes/insolita-pagina-su-michael-jackson/su-facebook/237564292983220#!/media/set/?set=a.337638436250361.94798.185396521474554&type=3 votate Michael!!!!
    Anastasia'98

    RispondiElimina
  20. Dangerous è l'album più bello d Michael per me!!! I LOVE YOU <3
    .:By Ale =P:.

    RispondiElimina

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.