Intervista a Kiki Chambers

Kiki Chambers ha lavorato a Neverland dal 1991 al 2003. Di seguito la traduzione di un'intervista rilasciata poco dopo la morte di MJ e tradotta in italiano da 4everMJJ per MJFanSquare.

Quando Michael Jackson è morto nel giugno dell'anno scorso aveva da tempo cessato di essere un essere umano fatto di carne e sangue agli occhi del mondo. Era diventato una creatura timida e fiabesca che si nascondeva nel suo ranch di Neverland e tutti si sentivano liberi di speculare su di lui e sulla sua vita.

Incontrare Kiki Chambers è perciò un risveglio. Lei lavava i suoi vestiti, puliva la sua casa e lo ha osservato da vicino mentre giocava con i suoi figli.

"Io non voglio che il mondo lo ricordi come un pazzo, perché lui non lo era. Voglio che la gente lo ricordi come un uomo che voleva rendere questo mondo migliore e come un padre, quel ruolo che è stato il più importante per lui", ha detto.

Lei, che ha osservato la superstar dall'interno, può anche testimoniare quanto la fama e la ricchezza possano essere dannosi. "Ho visto che prezzo si deve pagare quando il mondo ti venera. Noi dobbiamo adorare Dio, non le sue creazioni" ha detto.

Kiki Chambers ora vive in un piccolo paese nell'ovest della Svezia. C'è molta differenza con la calda California e la vita a Neverland, il ranch che Michael Jackson ha costruito nel cercare di ricreare la sua infanzia perduta.

Prende il suo portatile e ci mostra i video su YouTube da dentro la casa di Michael Jackson. Mostra il posto della cucina dove c'erano sempre le caramelle, le scale dove è caduta una volta. E poi gli altri video che mostrano le celebrità che venivano al ranch.

"Elizabeth Taylor era sempre molto carina quando veniva in visita. Altri non lo erano" ha detto.

Kiki Chambers ha lavorato a Neverland dal 1991 al 2003. Ha ottenuto il lavoro per caso.
"Ho conosciuto un uomo che lavorava per una società di costruzioni che ha lavorato a Neverland. Avevo l'abitudine di scherzare con lui, gli dicevo che se mai avessero avuto bisogno di una domestica dovevano chiamarmi. E l'hanno fatto".

Lei era una delle domestiche che lavoravano a tempo pieno al ranch. Quando è stata assunta le è stato detto di non guardare Michael Jackson negli occhi o di prendere l'iniziativa di parlare con lui. Kiki Chambers è una persona molto semplice e loquace, che ha dovuto sforzarsi per seguire queste regole. Aveva l'abitudine di fargli delle battute e una volta ha pensato di aver esagerato, ma mentre altri sono stati mandati via lei è sempre rimasta.

"Una volta mi ha chiesto perché nessuno parlava mai con lui. Ho dovuto dirgli che queste erano le regole che ci avevano dato, ma non capiva il perché, lui in realtà non aveva stabilito queste regole" ha detto.

Ricorda che i primi anni erano felici e gioiosi. A Michael Jackson piaceva giocare con i bambini che venivano a visitare Neverland.
"Amava ridere, era gioviale e felice", ha detto.

Ma nel 1993 Michael Jackson fu accusato di molestie sessuali su un ragazzo di nome Jordan Chandler.
"Dopo l'accusa, che sono sicura fosse falsa, cambiò. Non era più felice come prima" ha detto.

Col passare del tempo Kiki Chambers instaurò un rapporto di amicizia con Michael Jackson.
"Lui mi diceva che poteva sentire la mia risata per tutta la casa" ha detto.

Qualche volta a tarda notte si sedevano in una stanza per delle lunghe conversazioni. A volte le chiedeva consiglio perché c'erano così tante persone che volevano stargli vicino per avvalersi della sua fama.

"Mi chiedeva se poteva fidarsi ad esempio di una persona o di un'altra. Era difficile, non stava a me giudicare di quali persone dovesse circondarsi" ha detto.

Sempre più medici cominciarono a venire a Neverland. Gli prescrivevano vari tipi di medicinali. Kiki Chambers si rese conto che c'era qualcosa che non andava. Michael Jackson poteva comportarsi normalmente un momento ed essere completamente sotto l'effetto dei medicinali il momento successivo.

"Era difficile. Ero solo una domestica, ma quando diventava una mia responsabilità, come essere umano, fare qualcosa? Che cosa potevo fare? Chiedevo a Dio: Perché sono qui?"

Tutti coloro che hanno lavorato per Michael Jackson cercavano di mantenere questo segreto perché sapevano che tipo di scandalo avrebbe causato nei media. Per Kiki Chambers è stata una cosa difficile da fare.

"Una notte uno dei miei responsabili mi ha detto che avevano dato dei farmaci a Michael. Ma qualcosa era "sbagliato", lo si poteva capire solo guardandolo e avevo paura. Dopo questo episodio ho detto al mio superiore che se fosse accaduto di nuovo avrei chiamato il 911, non mi importava delle conseguenze. Perché sapevo che non avrei mai potuto vivere con la consapevolezza di non aver fatto nulla se fosse morto".

Essendo cristiana ha cercato di influenzare Michael Jackson in modo positivo. Gli ha dato dei libri cristiani e ha scritto dei versi della Bibbia sulla bacheca della cucina, sui quali lui ha fatto dei commenti di apprezzamento.

"Voglio che la gente sappia che Michael credeva in Dio, non c'è nessun dubbio su questo", ha detto.

Una volta, Michael Jackson e il suo staff sono andati in città per delle commissioni. Un amico cristiano di Kiki Chambers lavorava in un albergo vicino. Lei ha chiesto a Michael Jackson se voleva vederlo e lui ha detto di sì.

"Abbiamo iniziato a parlare e quando stavamo per andare via, il mio amico mi ha chiesto se potevamo pregare insieme. Abbiamo unito le nostre mani e il mio amico ha iniziato a parlare 'in lingue'. Nella mia mente ho detto a Dio, spero davvero che tu sappia cosa stai facendo. Mentre andavamo via c'era un altro gruppo che chiedeva in quale lingua pregasse. Michael ha spiegato, con grande naturalezza, che il mio amico parlava una lingua di preghiera e ha spiegato loro che cosa questo significhi” (se a qualcuno interessa approfondire l'argomento del pregare “in lingue” può trovare la spiegazione a questo link www.gotquestions.org/italiano/pregare-in-lingue.html . Da parte mia sono ogni volta più stupita della cultura infinita di quest'uomo, chiusa parentesi).

Quando il World Trade Center di New York è stato attaccato Michael Jackson era davvero scosso. Ha riunito tutto il personale all'esterno per tenersi per mano.
"E poi mi ha chiesto di pregare Dio. Ero stordita, ma lui ha continuato: Kiki Prega, fallo. Dentro di me ho chiesto a Dio di aiutarmi e adesso non mi ricordo nemmeno quello che ho pregato".

Nei primi anni 2000 il mondo di Michael Jackson ha iniziato a sgretolarsi sempre di più.
Un altro ragazzo, Gavin Arvizo, l'ha accusato di molestie sessuali. Kiki Chambers è pienamente convinta che MJ era innocente di tutte le accuse e crede invece che i genitori del ragazzo cercassero solo soldi.

"Quali genitori lasciano i figli per settimane a casa di qualcun altro? E' stato davvero irresponsabile. E i bambini erano viziati e manipolatori. Ci chiedevano sempre cosa c'era per cena e poi esigevano qualcos'altro solo per farci lavorare di più. Poi ci chiedevano gli alcolici minacciandoci di farci cacciare se non glieli davamo" ha detto .

Il circo mediatico che ne è derivato ha fatto cadere Michael Jackson in depressione.
"Lui si domandava perché la gente lo chiamava "Wacko Jacko", ne era molto turbato ed era davvero doloroso per lui ".

Kiki Chambers descrive Jackson come una persona molto complessa. Dice che era un uomo d'affari esperto, ma poteva letteralmente buttare via il denaro per i suoi presunti "amici". Era timido e riservato, ma una sorta di megalomania gli aveva fatto costruire delle statue di se stesso.

"Voleva così tanto amare ed essere amato" ha detto.

Ciò che riteneva la cosa più importante per lui erano i suoi tre figli. Kiki Chambers ha detto che era un buon padre, anche se lottava con la sua dipendenza dagli antidolorifici.
"Amava i suoi figli, ha sacrificato se stesso per loro. Non ha mai avuto privacy da bambino. Quindi era molto meticoloso sul come crescere i propri figli, per questo copriva i loro volti quando uscivano".

Nel 2003 Kiki Chambers ha lasciato Neverland. L'ultima volta che ha incontrato Michael Jackson è stata al processo del 2005 dove ha testimoniato.

"Michael mi ha chiesto come stavo e gli ho detto che stavo bene. Ma lo misero in guardia che non gli era permesso parlare con i testimoni".

Dopo non ha avuto più rapporti con lui, anche se aveva ancora degli amici nello staff. Nel frattempo, ha pregato per lui e ha sperato, ma lo scorso giugno è arrivata la chiamata che temeva di più.

"È ancora troppo doloroso parlarne e non sono ancora riuscita ad affrontare il lutto. Vedo il suo viso sui giornali e leggo così tante bugie su di lui. Non so come affrontare tutti i sentimenti che ho, ma io prego Dio e so che tutto è nelle sue mani adesso".  

31 commenti:

  1. Per fortuna c'erano anche persone oneste intorno a Michael,ma queste non le va a cercare nessuno per scrivere articoli perchè lecose positive su di lui non vendono....
    megliole tre cameriere che in questi giorni hanno raccontato delle vere e proprie fesserie,quelle si che fanno il giro dei giornali.....

    Un bacio a te dolce Michael,creatura complessa ma splendida.
    LORE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo con te!

      Elimina
  2. Finalmente qualcosa di nuovo giovannino:):)

    RispondiElimina
  3. Peccato che sui giornali questi articoli non li mettono...
    Menomale che almeno qualcuno di onesto con Lui c'era...grazie<3
    Un bacione
    Otta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. It's the true!

      I love you so much michael by your annina

      Elimina
  4. Qualche giorno fa, ho letto gli articoli, pubblicati in rete, riguardanti le 5 cameriere che lavoravano per M, in uno degli articoli si leggeva : le 5 donne hanno voluto restare nell'anonimato quindi non hanno raccontato le loro storie per farsi pubblicità!!!!!!
    Ma siamo impazziti? Certo che vogliono restare nell'anonimato, pare che M facesse firmare contratti di riservatezza molto dettagliati a tutti coloro che lo avvicinassero, fossero essi dottori, camerieri o quant'altro, e poi...figurati...i fan le avrebbero linciate!
    Infine, come ogni cosa che circonda Michael, chissà quante migliaia di dollari hanno ricevuto per sputtanarlo in questa maniera!!!
    Io non so, probabilmente un fondo di verità potrebbe pure esserci; M non era proprio equilibratissimo, anche leggendo il libro di Frank Cascio pare che andasse fuori di testa facilmente e si sfogasse distruggendo tutto ciò che gli capitava a tiro...aveva una personalità complessa.
    Per fortuna questa Kiki, pare gli volesse bene e, anche se dal suo racconto traspare un uomo in preda alla inquetudine ,è stata sobria nel miscelare i suoi ricordi e regalarceli.
    Per concludere, pare che un tale abbia approfittato della denuncia di Wade comesichiama, per sporgere anche la sua denuncia di pedofilia contro M...intanto nasce il nuovo video di A pace without name..., tutti questi fatti sono tutti accomunati da una misera tematica centrale: i soldi.
    Adesso che lui non c'è più, spillargli quattrini e infamarlo è ancora più semplice...

    RispondiElimina
  5. Oddio non ci posso credere grazie!!!!! Finalmente qualcuno che stimava Michael ma che soprattutto aveva capito che persona meravigliosa era, e che non ha invemtato bugie ma anzi ne ha parlato solo che bene!! :') ha descritto perfettamente com'era, fragile e timido ma bisognoso di essere amato (d'altra parte se lo conosceva bene non poteva che notare questo, ma tante persone pur conoscendolo bene l'hanno solo che infangato quindi...) ho sentito in TV recentemente un cameriere di Michael dire che non si lavava negli ultimi anni e aveva quasi le pulci nel letto. Ma che ca**o!!!!! Ecco. Cosa intendo per infangare. A parte che con titti gli stress devastanti che aveva negli ultimi anni se qualche volta non si lavava non moriva nessuno ma vi rendete conto?!?!?! Perchè tutti hanno proprio il gusto di parlare male di Michael anche ora che è morto vogliono infangarlo avanti!!! Nemmeno il rispetto per i morti hanno!!! Che gente. Quindi sarebbe da ricordare per sempre nomi di persone che gli hanno voluto bene e stimato. Poche ma appunto perchè sono poche, sono solo che da ricordare. Prima fra tutte mamma Katherine. E poi Liz Taylor e Quincy Jones gli unici che gli volevano bene. E anche gente come Kiki che ha parlato bene di lui :') grazie! Fa bene al cuore sentire che qualcuno lo stimava e che non lo odiavano proprio tutti. Mi ha stupito solo una cosa, quella dei bambini che erano viziati e chiedevano alcool (?!) Strano che Michael ospitasse bambini così. Ma credo che pensasse giustamente che erano solo povere creaturr rovinate dalla famiglia già da piccoli e allora gli facevano ancora più pena.
    MA GRAZIE A DIO QUALCUNO DICE CHE I PADRI DEI 2 BAMBINI DELLE 2 ACCUSE VOLEVANO SOLO QUADAGNARE SOLDI IN TUTTO QUESTO!!!!!!!!! È TANTO DIFFICILE DA COMPRENDERE?!?!? Quando vedi video come Michael a Mosca in cui abbraccia i bambini o quando in Giappone li fa cantare tutti insieme non si può pensare certe cose!! Allora il mondo è fatto di deviati mentali. Che novità!
    ohhh ma ripeto fa proprio bene leggere cose come questa :') grazie Kiki di aver capito Michael

    E... grazie amore mio di esserci sempre, non finirò mai di dirlo, ti amo e ti amerò all'infinito perchè tu sei tutto... sei la mia vita Michaaaeeeel!!!! Ogni giorno che passa ti amo di più e ho più bisogno di te, ti prego avvera il mio desideroo! Solo così il mondo so sveglierebbe! Solo tua per sempre,Michael ♡

    Chiara Jackson

    RispondiElimina
  6. Ho scritto io il post sopra eh! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara io sono molto felice che ci sia stato qualcuno nella vita di michael che gli volesse veramente bene ma kiki nn era l'unica sicuramente c'era qualcun'altro. Aveva tanti amici ma veramente pochi veri :)
      Un abbraccio e un bacio anna

      Elimina
  7. ti amo profondamente dolce e tenero amico
    grazie per essere esistito.
    Grazie di cuore Michael Jackson.
    mary70'

    RispondiElimina
  8. Nn voglio essere ripetitiva perche' questo post l'ho gia' scritto nell'altra intervista ma lo ripeto perche' di la nn scrive nessuno :) "non esistono amori impossibili ma solo amanti codardi"che ne pensate rispondetemi ;)

    RispondiElimina
  9. ti rispondo
    secondo me non ha senso la frase che hai scritto,perchè l'amore c'è se è corrisposto e se non è corrisposto non è codardia,ma è la vita,è la normalità,perciò se non piacciamo alla persona che noi invece amiamo,non possiamo dire che l'altro è un codardo,semplicemente non contraccambia il nostro amore,perciò diventa impossibile.

    ho guardato stasera un video dedicato a Michael per il suo compleanno e le lacrime sono scese senza controllo e....è stato stupendo,perchè come ho detto in post scorsi,per me le lacrime piante per Michael sono magiche...mi avvicinano a lui e dopo che ho pianto mi sento così innamorata di lui da rasserenare la mia mente e il mio cuore e a sentire la certezza della sua presenza nella mia vita.
    Michael ti amo
    LORE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Lore, potresti copiare il link di questo video per favore? Mi piacerebbe tantissimo poterlo vedere, soprattutto in prossimità del compleanno di Michael, grazie, ti abbraccio

      Elimina
    2. ecco il link
      http://youtu.be/lA-T50IMFeQ
      questa canzone l'avevo gia sentita e vista a video associati a Michael,ma adesso,dopo tanto tempo mi ha fatto effetto rileggere quelle parole e anche se quest'anno quest'estate fredda non mi ha ispirato a starmene in giardino ad ammirare lena e stelle ho sempre comunicato con lui nelle mie notti,augurandogli una buona notte ogni notte prima di dormire,
      lui è il mio ultimo pensiero prima di chiudere gli occhi.
      Love you Michael
      LORE

      Elimina
  10. Io comunque parlavo di due persone che si amano ma che vengono ostacolati da tutto e non anno il coraggio di ribellarsi. Comunque i pareri sono pareri.

    I love you so much Michael <3 <3 :-) :-)

    RispondiElimina
  11. E' una vita che non entro più qui... ciò nonostante non mi sono dimenticata della magia di Michael. Un caro saluto a tutti.
    Lin.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciaoooooooooo
      dolce Lin,ti abbraccio forte e ti penso spesso,magari ti scrivo una mail se hai piacere.
      un bacio grande
      LORO

      Elimina
    2. Ovviamente ho sbagliato a scrivere il mio nome,,,,,,
      LORE

      Elimina
  12. 3 giorni...mancano 3. giorni evvivaaaaaa<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tre giorni al compleanno di michael? Se si da ora manca solo un giorno perche' e' domani EVVIVAAAAAAAAA!!!!!!!!!!

      I love you so much Michael :) :) :)

      Elimina
  13. Ho visto il video Lore, bellissimo, tenero, dolcissimo...le parole della canzone sembrano proprio scritte per M, grazie per averlo condiviso con noi...
    Ciao Otta...tutto bene? Pronta per il compleanno del nostro bel ragazzo...? Sono sicura che domani festeggerà con noi...credo che il papà di qualcuno di noi domani compia gli anni, lo scorso 29 agosto qualcuno lo aveva postato...chiunque esso sia, buon compleanno...
    A domani ragazze

    RispondiElimina
  14. Auguri amore mioooooo ti ho scritto un papirone che mi fa piangere:')...poi se riesco ve lo faccio leggere:')....buoni 56 anni tesoro<3
    ti amo Michael,ti aspetto nei miei sogni<3
    un bacione,
    Otta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io nei miei sogni ce lo gia

      Elimina
    2. ti amo michael

      Elimina
  15. Tantissimiiiiiiii auguriiiiiiii x i tuoi 56 anni stellinaaaaaaaaaaaa <3 <3 <3!!!!!!! Ci manchi tantissimoooooo :'( :'(!!!!!!! I LOVE YOU MORE KING OF POP!!!!!!

    Viviana ;)!!!!!!

    RispondiElimina
  16. Buon compleanno eterno inquilino del mio cuore...ti voglio bene

    RispondiElimina
  17. Buon compleanno tesoro mio!!!! Compi 56 anni <3

    La gente dice che le cose acquistano valore invecchiando...le cose nn le persone perche' tu sei una persona e hai un valore incalcolabile da quando hai incominciato a respirare in questo mondo...spero che un giorno o l'altro tu possa leggere e capire cio' che ho scritto anche se sento che lo hai gia' fatto.
    I love you so much Michael <3 <3 <3

    RispondiElimina
  18. TANTI AUGURI MICHAEL RIMARRAI X SEMPRE NEI NOSTRI CUORI♥

    RispondiElimina
  19. Michael, sai che ti amo tanto...
    la tua assenza pesa come un macigno sul mio cuore...
    quando sono triste è la tua voce a consolarmi,
    quando sono felice è la tua voce a farmi piangere...
    sei tutte le mie emozioni...
    grazie amore...
    Michael, assieme a mio padre, tu sei l'unico uomo per cui valga la pena versare lacrime, le mie lacrime.


    ...tesoro mio, io ti dico "ti amo"... ma è molto, molto di più.... :)

    Daniela 70

    RispondiElimina

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.