Vincent Paterson racconta la nascita del video di Smooth Criminal


Sono passati due anni dalla prematura scomparsa di Michael Jackson e da quel triste giorno del giugno 2009 non sono mancati articoli, film e tributi che onoravano il suo lascito. In linea con lo spirito di tutto ciò che riguarda MJ vi presentiamo un lato leggermente diverso per celebrare il Re del Pop, parlando con l'apprezzato coreografo Vincent Paterson. Vincent ha collaborato con Michael in una serie di video, a partire dal suo primo incontro in "Beat It", dove interpretava il capobanda biondo, e poi come zombie danzante nell'innovativo video "Thriller".

Siamo stati presentati a Vincent nel 2008, quando fu prodotta la serie Thrillercast per commemorare il 25° anniversario dell'album più venduto di tutti i tempi. Vincent ha contribuito a uno degli episodi più convincenti quando ha descritto la sua esperienza di aver ballato e lavorato con il genio musicale. Sebbene i primi lavori di Vincent con MJ siano stati notevoli, uno dei suoi più grandi contributi alla leggenda di MJ arrivò nel 1987, quando collaborò e coreografò l'epico video musicale "Smooth Criminal".

Abbiamo recentemente parlato con Vincent e lui ci ha dato una vista dietro le quinte della realizzazione di questo video memorabile. E se avete provato una di queste mosse nel gioco di Michael Jackson per Wii, allora sapete che non è così facile come lo fanno sembrare, soprattutto quando si tratta di quella sfida alla gravità che nessuno è stato in grado di capire. Dovete leggere per vedere se lui ne parla...


D: In che modo Jackson ti ha proposto di coreografare questo pezzo e aveva un'idea per la trama e il ballo?

VP: Avevo ballato con MJ in due video. Ero il capo della banda in "Beat It" e uno zombie ballerino in "Thriller", oltre ad essere l'assistente coreografo di Michael Peters. Ero a casa una notte e ricevetti una telefonata. Una voce sommessa chiese di Vincent Paterson. Pensai che fosse qualcuno che mi faceva uno scherzo, facendo una voce simile a quella di Michael Jackson. "Chi parla?" chiesi. "Sono Michael Jackson", fu la risposta. "Chi diavolo sei?" chiesi. Stessa risposta. "Ora attacco il f ***o telefono se non mi dici chi sei!" dissi. Era davvero Michael Jackson. Mi profusi in scuse.

MJ stava lavorando al suo ultimo CD in studio di registrazione a Hollywood e mi chiese se potevo fare un salto. Mi precipitai nella speranza che volesse chiedermi di ballare in un altro video. Andammo in studio, mi fece sentire la musica di "Smooth Criminal" e mi chiese cosa ne pensassi. Mi piacque tantissimo. Poi mi chiese se potevo trovare un'idea per il video e se l'avrei coreografato e diretto. Rimasi senza fiato, onorato ed entusiasta oltre ogni immaginazione.

MJ suggerì un club alla moda con 10 uomini in frac e cappello a cilindro. Ma voleva che io concepissi le mie idee e mi dette anche un consiglio che ho usato da allora, "Non cercare di imporre un'idea sulla musica. Lascia che la musica ti dica cosa vuole essere".

D: Puoi raccontarci il tuo processo per mettere insieme questo meccanismo?

VP: Sapevo che a Michael piacevano i film di Fred Astaire, così mi documentai sui movimenti dai musical di Astaire, di solito le coreografie erano di Hermes Pan. Michael era in studio di registrazione durante gran parte del mio processo creativo iniziale con i ballerini. Mi mise a disposizione un teatro di posa in cui aveva fatto installare un pavimento in legno costruito per la sicurezza dei ballerini. Il piano inferiore del set di cui avevamo discusso era nel teatro. Mi diede anche un incredibile sistema audio, una videocamera e 10 ballerini con i quali iniziare la coreografia.

Ogni mattina facevamo lezioni di danza, poi iniziavo a coreografare il movimento sulla pista da ballo e quindi spostavo i ballerini nel set. Alla fine della giornata mettevo su video quello che avevo fatto. Andavo a casa di Michael e guardavamo il lavoro. MJ di solito diceva: "Questo è davvero grande. Penso tu abbia bisogno di altri 10 ballerini". Assumevo altri ballerini e la routine quotidiana ricominciava. Questo è successo fino a quando è stato costruito un secondo piano sul set e avevo assunto circa 50 ballerini o giù di lì per partecipare al video.


D: Quanto tempo vi ci è voluto per creare, provare e filmare questo pezzo?

VP: Non ricordo esattamente per quanto tempo è andato avanti il processo, ma direi circa un mese o 6 settimane. Quello che era iniziato come un video musicale entrò a far parte del film, "Moonwalker". Lavorai con Michael per estendere la canzone ed è diventato un pezzo di 10 minuti nel film. Dopo aver creato il pezzo, ho lavorato solo con MJ. La sua tecnica nelle prove era da capogiro. Gli insegnavo una sezione che avevo coreografato, sentiva alcuni dei ritmi e regolava il movimento. Poi Michael si metteva davanti a uno specchio ed eseguiva una sezione di danza più e più e più volte fino a quando era non solo perfetta, ma sembrava come se stesse improvvisando il lavoro in quel momento. Aveva un'energia e una concentrazione infinita.

D: Com'era lavorare con Jackson nel processo di collaborazione?

VP: Adoravo Michael come artista e come collaboratore. Lui si fidava di me. Creavo i movimenti per lui e per i ballerini - ogni ballerino si muove su ogni battuta per l'intera canzone. Lasciavo spazio a MJ per creare il suo movimento e fare le sue cose. Ha lavorato duramente per trovare il suo modo specifico di muoversi e io volevo sempre concedergli l'opportunità di evidenziare la sua danza.

In tutti gli anni in cui ho lavorato con Mike, più di 16 anni, non l'ho mai sentito dire qualcosa di crudele o sgarbato con nessuno. Nel processo di collaborazione diceva sempre a chiunque: "Questo è molto buono, ma stavo pensando che potremmo provare qualcosa di un po' più simile a questo...". E questo che si trattasse di costumi, scenografie, luci, qualsiasi cosa. Era un uomo unico e geniale e ci mancherà per sempre. Se n'è andato troppo presto.

D: C'è una sequenza di movimento di cui sei più orgoglioso in questo lavoro?

VP: Tutti fanno domande sui ballerini che si inclinano. Tutti vogliono sapere come abbiamo fatto. Non lo dirò. Tuttavia, non aveva niente a che vedere con le scarpe inchiodate al pavimento. Ah!



fonte: boomitude.com/features/michael-jacksons-moves.html / MJFanSquare

14 commenti:

  1. Ho letto in una intervista di Michael che i migliori viedo musicali (Michael chiamava cortometraggi) da lui eseguiti sono stati: "Thriller e Smooth Criminal" e sono d'accordo con lui.
    I love you Michael.
    Daniela

    RispondiElimina
  2. "Era un uomo unico e geniale e ci mancherà per sempre. Se n'è andato troppo presto" dice Vincent Paterson che l'ha conosciuto ed ha avuto modo di vedere le sue doti non solo di artista ma anche di uomo.
    Noi non l'abbiamo conosciuto ma concordiamo nell'affermare che E' UNICO e che lo sarà per sempre!!
    Michel, ti amiamo con tutto il nostro cuore
    MJdea

    RispondiElimina
  3. Ritorno dopo alcuni giorni di vacanza all'estero... ed ho una voglia matta di dirti I love you Michael... I love you so much... ora con calma mi leggo questo articolo.
    Un caro saluto a tutti.
    Lin.

    RispondiElimina
  4. Una bellissima intervista!
    Ogni volta che leggo una testimonianza di questo genere rimango sbalordita dalla genialità e dalla creatività di Michael. Dietro a ogni suo passo di danza ci sono ore e ore di lavoro e perfezionamento... Michael è unico, nessuno ha mai realizzato video musicali e coreografie come le sue.
    Vincenti cent Paterson ha ragione, se ne è andato troppo presto e ci mancherà, ma verrà ricordato per sempre per tutto ciò che ha lasciato alla gente, per la sua musica e per il suo amore.
    Alice

    RispondiElimina
  5. che bello! adoro le testimonianze di chi ha condiviso momenti con lui perchè è un modo in più di sognare..Michael è un sogno..e ogni volta che qualcuno che lo ha vissuto in prima persona racconta, a me sembra di vedere le scene..immagino tutto ed è semplicemente fantastico..
    cosa darei per averlo vissuto io..qualsiasi momento con Michael..
    I will love you forever my darling<3
    Gaia98
    p.s. ma com’è che Michael telefona sempre di notte?!xD

    RispondiElimina
  6. Come definire Michael Jackson???? Ecco la risposta: IL MIGLIOR ARTISTA DI TUTTI I TEMPI!!!! Vincent Paterson ha ragione dicendo ke MJ se ne andato troppo presto, xò x noi fans rimmarà immortale!!!! Rimmarrà sempre nei nostri cuori <3!!!!!
    TI VOGLIAMO UN MONDO DI BENE MICHAEL <3 =)!!!!!
    La tua Viviana :*!!!!

    RispondiElimina
  7. Che bello leggere queste testimonianze che ci raccontano pezzettini di vita di Michael artista e uomo. Davvero noi ti vogliamo un mondo di bene, ma come si fa a non amare una persona così adorabile? Michael sei la mia ancora di salvezza, appena posso corro da te, ho bisogno di vedere il tuo sorriso, i tuoi occhi, di sentire la tua voce e la tua risata inconfondibile. Come farei senza di te? Ti amerò per sempre. Ciao a tutti amici fans e buon ferragosto.

    RispondiElimina
  8. Michael ti voglio tanto bene.
    Lin.

    RispondiElimina
  9. Buon Ferragosto ragazzi! (incluso te Giovanni, naturalmente!)
    Ti amo Michael<3
    Gaia98

    RispondiElimina
  10. Che bella testimonianza sia questa che quella del post precedente di Elijah!!! è meraviglioso leggere questi racconti che narrano ti tanti anni fa, anni pieni della Sua splendida luce, e sognare e fantasticare ciò che si sta leggendo, immaginare l'energia e la forza incomparabile di quest'Uomo, questo grandioso uomo. Certo che il finale lascia a bocca aperta.... un velo di mistero si stende sulla tecnica del 45 degree lean e della scarpe inchiotade al pavimento...:D

    Anche se l'estate ha portato via un po di tempo per scrivere nel blog, tutte noi che prima scrivevamo più assiduamente abbiamo sempre Michael al primo posto nella nostra mente, nel nostro cuore, nei nostri occhi e nei nostri sorrisi. Confido che tra poco le cose ritorneranno come prima e ci ritroveremo in tante ogni giorno collegate. Credo che in molte, come me, vedano i post del caro Giovanni ma non abbiamo il tempo di scrivere un commento adatto che possa esprimere davvero tutto quell'infinità di emozioni e di Amore che Michael ci regala in ogni attimo in ogni dettaglio. MA COME NON MANCA MAI IL TEMPO PER RESPIRARE NON MANCA MAI IL TEMPO PER AMARLO E PENSARLO INTENSAMENTE, E PROPRIO COME PER IL RESPIRO, QUEL TEMPO E' OGNI ATTIMO DI VITA!! <3 E mi viene da dire sempre la stessa cosa, GRAZIE MICHAEL DELL'INFINITO AMORE CHE CI REGALI. Non è minimamente possibile immaginare una vita senza di lui, senza i suoi saggi insegnamenti e i suoi forti valori che cerco ogni giorno di far miei perchè sono la base della vita che voglio avere e che Lui mi regala ogni giorno. Michael aveva ed ha qualcosa di divino, ormai è una solida convinzione che si rafforza ogni volta che lo guardo; dalle genialità a lavoro, alla profonda umanità, generosità e caritatevolezza. SEI DAVVERO UN DONO MERAVIGLIOSO DEL CIELO! <3


    In questi mesi che ho seguito il blog da dietro le quinte, ho avuto la piacevolissima visione di un nuovo utente, che magari l'ultima volta che ho scritto io forse era ancora lei dietro le quinte... Mi riferisco a Gaia98!! Ciao cara Gaia, permettimi di dire che leggendo i tuoi commenti sei una ragazza speciale. Se quel 98 è il tuo anno di nascita, oltre a dirti che è anche il mio, ti posso dire che dalla profondità dei tuoi pensieri e delle tue parole si riflette chiara e forte la luce di Michael, dell' Amore Vero che ha profuso in te! Sono molto contenta che tu sia qui ad amare Michael con noi <3

    Un grande abbraccio a tutte
    Vally98

    RispondiElimina
  11. Più passano gli anni... più leggi storie sulla vita di Michael Jackson... più ti accorgi che è passata a fare telefonate e ricevere chiusure di telefono in faccia perchè nessuno crede davvero che sia Michael Jackson a chiamarlo!!!!! Cioè ne ho sentiti a decine e decine, tutti la stessa storia!!! :D
    Poverino Michael, ogni volta la stessa tiritera e certe volte anche con parole poco gentili.... ma perchè tutti credevano che tu non potessi chiamare?!?

    LOVE YOU MORE, MY ANGEL <3
    Vally98

    RispondiElimina
  12. michael ti amo tantissimo! va

    RispondiElimina
  13. Oggi dopo tanto... musica a tutto volume... video... sogni ad occhi aperti... che dire Michael... la tua voce riempie tutte le stanze... e mi fa stare bene... lontana per un po' da tutto quello che succede fuori... I love you more.
    Lin.

    RispondiElimina
  14. ciao Vally :) mi fa tanto piacere rileggerti e leggere ciò che hai indirizzato a me!
    frequento assiduamente il blog, scrivendoci, da gennaio, quindi non credo di essere stata dietro le quinte l'ultima volta che hai scritto. Ho letto più volte tuoi commenti anche "in diretta" e te ne avevo indirizzato uno nel post di WHAT MORE CAN I GIVE(United We Stand 21-10-2001)..anche se poi parlavo e parlavo, riferendomi a te solo un paio di volte..sai com'è quando si parla di Michael..ihihih..
    comunque grazie e anch'io penso che tu sia speciale. Sei una bella persona, davvero.
    il 98 è il mio anno di nascita, sì. Sai, stando a ciò che ho letto nei tuoi commenti, in giro per il blog, vedo che siamo molto simili..penso che, oltre all’amore di Michael e al nostro carattere stesso, sia stata anche la vita a renderci ciò che siamo..abbiamo molte esperienze, spesso anche non belle (ma Dio ci ha dato il carattere giusto per affrontarle e ha portato Michael nelle nostre vite) che ci hanno quindi portate a conoscere molte cose..molti aspetti del mondo, delle persone, molti atteggiamenti, molti sentimenti..e ci ritroviamo ad avere 14 anni nel corpo ma mooolti di più nella mente..beh non so a te ma a me va bene così...:)
    comunque sia avrai notato che mi piace parlare e continuerei tutta la vita…per cui per il momento ti abbraccio e ti saluto..alla prossima Vally, mi ha fatto tanto piacere sai..:)
    Ti amo Michael<3
    Gaia98

    RispondiElimina

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.