[ARTICOLO] Una valanga di bugie

Articolo di LAURA MESSINA - peoplenews.it

A oltre nove mesi dalla scomparsa, Michael Jackson continua a fare notizia. Meglio, la solita notizia. Lo spazio riservato alla star del pop sui giornali e nelle tv di tutto il mondo è da sempre quel muro di ombre cinesi che si animano di speculazioni smerciate come verità. Nessuna sorpresa dunque se resta appena percettibile l’eco del suo presunto omicidio perfino negli articoli che seguono l’evoluzione delle accuse al medico personale del cantante, Conrad Murray. Decisamente più intenso il rumore dei pettegolezzi (quasi ridicoli) che gli autoinvitati al simposio della sua fama non cessano di inventare e divulgare. Leader indiscusso della nuova schiera di banchettanti senza invito, il Rabbino Shmuley Boteach gira il mondo per promuovere il suo libro. Di cosa si tratta? Delle confidenze che la pop star ha fatto al rabbino ai tempi della loro frequentazione, tra il 1999 e il 2001, debitamente registrate su nastro e ora trascritte. Il titolo è inquietante: “Il libro che Michael Jackson avrebbe voluto farti leggere”, come se davvero l’artista ne avesse mai autorizzato la pubblicazione. Ancora più biasimevole il contenuto (e non certo per le dichiarazioni di Jackson). Dal dialogo, una lunga trafila di domande che il rabbino rivolge al re del pop, emerge il contrasto tra la prosopopea del primo e l’umiltà e il candore del secondo: se Jackson esprime ingenuamente la sua fede nell’amore come panacea di tutti i mali, persino per individui macchiatisi di crimini abominevoli come Hitler, il rabbino non risparmia commenti alle spontanee esternazioni del suo amico con brevi notazioni giudicanti. Un (goffo) tentativo di indottrinare i lettori a rifuggire dal compiacimento vacuo della popolarità. Altro convitato di pietra all’intramontabile seguito della pop star, il giornalista canadese Ian Halperin infagotta, a pochi giorni dalla scomparsa di Jackson, una biografia non ufficiale che compendia tutte le più mediocri mistificazioni sull’artista. Lo scopo dichiarato è mostrare un Michael Jackson senza maschera: in realtà Halperin sembra attento piuttosto a fabbricarne una, di maschera, della stessa misura del gossip che ha avvolto la pop star tanto in vita quanto successivamente alla sua scomparsa. Un altro modo per liberare quel clamore scandalistico che solo può garantire successo a un libro come questo e aprire le porte del cinema, visto che dal testo pare verrà tratto un documentario da presentare al prossimo festival del cinema di Cannes. L’aspetto più sgradevole di questo consueto gioco delle parti tra il sistema mediatico e Michael Jackson è l’impossibilità per la rock star di controbattere le illazioni sulla sua persona. Anche perché in vita Jackson ha sempre preferito parlare con i fatti. Oltre ad aver devoluto in beneficenza incassi di intere tournée, Michael Jackson è nel guinness dei primati per essere la pop star che ha fondato e finanziato il maggior numero di associazioni benefiche nonostante, in una moltitudine di casi, abbia scelto di aiutare il prossimo nell’anonimato. Persona timida ed estremamente riservata, l’artista è stato spesso costretto a contrastare il pubblico ludibrio al quale le logiche lucrative dei media lo hanno esposto di frequente con storie fantasiose. Nel 1993 Jackson, per frenare la valanga di gossip, è stato costretto a rivelare pubblicamente in un’intervista alla giornalista e conduttrice americana Oprah Winfrey la sua malattia genetica, la vitiligine, unica autentica causa del cambiamento di colore della sua pelle. Bene, ancora oggi non cessano le speculazioni sul ritrovamento di creme necessarie al suo trattamento terapeutico nella casa dove Michael Jackson è stato ucciso. Resta ancora da vedere come si svilupperà il processo a carico del Dottor Murray, il medico personale di Jackson messogli a disposizione dalla Aeg, la società sponsor di quello che era annunciato come il suo ultimo tour. Il panorama della musica mondiale patisce un vuoto di cui già da anni risentiva per la forzata assenza dalle scene del re del pop dopo il processo per pedofilia del 2005 (conclusosi con l’assoluzione da tutti i capi d’accusa). L’annuncio del suo ritorno sul palco era stato seguito nel giro di poche ore dal sold out dei biglietti per i concerti programmati all’arena O2 di Londra e il documentario realizzato grazie alle registrazioni delle prove dello spettacolo ha fornito prova tangibile della magnificenza e dell’avvenirismo che caratterizzavano le performance dei suoi show d’addio. Il rimpianto non si esaurisce nella privazione dell’apporto artistico di Jackson. Il dispiacere per l’epilogo della sua esistenza è ancora più pesante per la consapevolezza di aver perso un uomo di grande nobiltà d’animo che ha perpetrato la sua azione filantropica anche quando la promulgazione senza tregua di calunnie ai suoi danni avrebbe potuto determinare il crollo della sua fiducia negli altri. Che la giustizia e l’encomio immeritatamente sottrattigli in vita possano giungergli almeno ora, per il suo nome da consegnare alla storia, la sua famiglia ed i suoi fan di tutto il mondo.

15 commenti:

  1. MICHAEL FOREVER 7428 aprile 2010 02:35

    Vorrei stringerti la mano signora Laura....
    GRAZIE..DAL PROFONDO DEL CUORE..
    Per averci almeno tentato...
    Dio benedica Michael per cio' che ha patito,donato..regalato..e lo protegga sempre..Lui e i suoi figli,che in questo mondo infame spesso,qualcuno da lassu'deve aiutarli a sopravvivere..
    E a noi..bhe'..
    Non dimentichiamolo..mai..
    Lui e' per sempre...
    Heal the world brothers and sisters...
    gGd bless you all..

    RispondiElimina
  2. "Il dispiacere per l’epilogo della sua esistenza è ancora più pesante per la consapevolezza di aver perso un uomo di grande nobiltà d’animo che ha perpetrato la sua azione filantropica anche quando la promulgazione senza tregua di calunnie ai suoi danni avrebbe potuto determinare il crollo della sua fiducia negli altri. Che la giustizia e l’encomio immeritatamente sottrattigli in vita possano giungergli almeno ora, per il suo nome da consegnare alla storia, la sua famiglia ed i suoi fan di tutto il mondo."
    Grazie, grazie di cuore tutto ciò che noi faremo oggi e in futuro, per qualsiasi iniziativa benefica o di giustizia ce l' ha insegnata il Nostro Grande Maestro Michael e i fan che lo amano davvero come me e tanti come me, ogni giorno lo ricordano e mettono in pratica ognuno come può il Suo insegnamento : Non giudicare mai, prima conosci, interessati, ascolta, ama il tuo prossimo, dillo con gli occhi Ti voglio bene non solo a parole, ....ama il Mondo ....il mondo siamo NOI ! Oh Michael .......quanto, quanto manchi a tutti noi .........

    RispondiElimina
  3. GRAZIE ANCHE DA PARTE MIA....PURTROPPO SONO LE MIGLIORI PERSONE CHE VENGONO CONTINUAMENTE ATTACCATE.....PIU' SONO GRANDI E PIU' VOGLIONO RENDERLE PICCOLE, PIU SONO BUONE E PIU' RICERCANO LA CATTIVERIA IN OGNI ANGOLO DELLA LORO ANIMA....MA NOI SAPPIAMO BENISSIMO QUANTO ERA STRAORDINARIO MICHAEL, TANTO CHE ORA GODE DI UN POSTO PRIVILEGIATO NEI CIELI E COLORO CHE GLI HANNO FATTO TANTO MALE DOVRANNO, ANCHE NELL'ALTRA VITA, GUARDARLO DAL BASSO DEGLI INFERI...SARA' LA LORO PUNIZIONE....
    J LOVE YOU MICHAEL

    RispondiElimina
  4. ecco,ancora una volta leggendo tutto ciò,si conferma qnt qst angelo fosse prezioso e qnto nessuno lo ha mai capito...adesso forse cominciano a capirlo tutti,ma è troppo tardi....Personalmente il libro d cui si parla nll'articolo io lo sto leggendo,ma nn xke m interessino i commenti personali del rabbino su michael,ma xke attraverso le domande k gli sn state rivolte sto conoscendo + a fondo la xsona meravigliosa k era...ancora una volta la tristezza si fa strada dentro me...è possibile allora k tutti vogliono approfittare speculando ancora,anke dopo k tu nn c sei + x poter replicare? nn gli è bastato spegnere il tuo sorriso negli ultimi anni?? la differenza si vede eccome..almeno io la vedo xke so leggerti dentro nonostante nn t abbia mai incontrato...ultimamente nn eri+ il ragazzo k giocava,scherzava...nn dopo qlle vergognose accuse...m resta solo d pregare Dio d pensare lui adesso alla tua anima angelica...Lui saprà cm ricompensare il tuo immenso amore,xke quaggiù qst ingrati nn lo hanno fatto...io invece t amerò x sempre dal profondo dell'anima amore...nn t dimentikerò mai!

    RispondiElimina
  5. parole sante .. ma adesso sono poca cosa per chi ha sofferto e soffre la sua perdita .. lei come gli altri giornalisti che hanno speso parole splendide e giuste, sono da biasimare e non da esaltare .. avrebbero potuto esprimere il loro sostegno prima della sua scomparsa .. non hanno fatto altro che speculare ancora una volta sull'uomo-personaggio Michael Jackson approfittando letteralmente del dolore di chi lo ama. Tutto ciò mi rende triste e disgustata al tempo stesso se qualche giornalista coraggioso e anticonformista si fosse schierato dalla sua parte quando era ancora in vita forse oggi sarebbe ancora qui con noi. Ti amo Michael, ti amerò sempre.mary70'

    RispondiElimina
  6. ANCHE IO VORREI STRINGELRE LA MANO E RINGRAZIARLA!!!!!
    Non sa quali sacrosante parole figurano nel suo articolo!!!!!!
    Il discorso poi sul rabbino lo avevo affrontato un mese addietro con amici funs....SIAMO LETTERALMENTE INDIGNATI DI CIO'!!!
    Dando per scontata(oramai)la MOSTRUOSA speculazione mediatica ed economica che c'è in giro da 9 mesi a questa parte(senza naturalmente omettere le idiozie precedenti)la goccia che ha fatto davvero traboccare il vaso è stata proprio questa qui!
    Pensate solo che un rabbino(l'equivalente di un nostro prete)ha divulgato pubblicamente cose assolutamente intime di una persona(Michael god bless you now!)UN TRADIMENTO COLOSSALE!!!
    E poi,a questo punto mi viene ovvio pensarlo,chi ci dice che tutto sia vero???
    Adesso Michael non può replicare....
    Vorrei poter tornare indietro e riavere Michael qui...
    Però prima dovrei fare 1 cosa:UCCIDERE IL DOTTOR.MURRAY,IL RABBINO E TUTTI QUANTI QUELLI CHE CONTINUANO A FARE "BLA,BLA" STUPIDAMENTE E IGNORANTEMENTE!!!

    Michael you're always in my heart!

    RispondiElimina
  7. Questo articolo è veramente completo e vero.
    Incarna nella maniera più esatta le sensazioni di chi davvero ha apprezzato Michael.
    Concordo in pieno col libro del rabbino, che già dal titolo si scosta in maniera eclatante dalla figura di Michael.
    Cosa non fanno per guadagnare in maniera facile è una vergogna.
    Per fortuna cominciano a scrivere articoli in cui si sottolinea la vera natura di Michael, una persona timida ed estremamente riservata, ma di grande generosità che ha fatto tantissima beneficenza e in anonimato.
    Peccato che vengano scritte solo ora, che Michael non le può leggere.
    Sicuro i suoi figli, che già lo sanno, continueranno ad essere fieri di essere stati i suoi figli e anche noi saremo fieri di averlo amato e orgogliosi di continuare a farlo.
    Grazie ancora Michael

    Amore per sempre

    RispondiElimina
  8. michael forever 7428 aprile 2010 23:05

    Ti quoto Mary 70....

    RispondiElimina
  9. Se posso aggiungere una cosa a ciò che ho già detto,volevo precisare che persino canale 5 a "mattino cinque"(credo ormai più di 1 mese fa)ha ospitato in trasmissione il rabbino e il suo "libro"...
    La cosa ancora più eclatante è stata che il libro è stato preso in seria considerazione dalla trasmissione,leggendo i passi e commentando pure...!!(io ho pure visto quel giorno la puntata per poi essere stata male tutto il giorno.)
    Concordo pienamente,inoltre,che intitolarlo come "Il libro che Michael avrebbe voluto farti leggere" è una vera e propria OFFESA e BESTEMMIA!!E' oltraggioso per la sua memoria,per i figli di Michael e per noi funs,che chiaramente sappiamo benissimo cosa Michael ci ha GIA' DETTO E COMUNICATO molto ma molto prima...Michael non aveva bisogno di parlare;leggere il suo volto e i suoi occhi è sempre stato molto più chiaro che leggere un libro..!!
    Pensate che mente diabolica...!Dire di aver registrato tali "confessioni" è già 1 chiaro sintomo di premeditare un possibile riuscita economica della cosa...!
    E per concludere,gli unici libri su Michael che abbia mai letto e che possiedo sono proprio i suoi...il resto x me è solo spazzatura...

    MICHAEL TI AMO X SEMPRE!R.I.P .'(

    RispondiElimina
  10. Finalmente qualcuno inizia a mostrare la grandezza di michael anche sugli articoli, peccato che non c abbiamo pensato prima visto quanto l'hanno fatto soffrire...Ha avuto una brutta infanzia e adesso avrebbe solo voluto recuperare la gioia persa ma non gli è stato possibile perchè l'hanno sempre tormentato e condannato e ingannato per qualsiasi cosa facesse e NON facesse...povero Michael costretto a soffrire per le malattie e anche a doversi giustificare con i giornalisti!!!Tutto questo solo perchè aveva talento, era un mito e si doveva per forza trovare qualcosa che non andasse bene! Per fortuna c'erano i suoi figli a darli un pò d pace ma sappi, Michael che anche noi fas ti siamo stati sempre vicino, ti abbiamo amato e ti ameremo sempre. Avrei pagato tutto l'oro del mondo per vedere un tuo concerto..l'energia, la dolcezza, la grinta, i messaggi di generosità che trasmettevi con la tua musica, la tua danza e il tuo volto, sono cose che non ritroveremo mai più in nessun uomo!! Le parole delle tue POESIE saranno sempre nella mia mente e nel mio cuore, sarai un esempio di altruismo e dolcezza per me e, dovresti esserlo per tutti.
    I Miss you Michael :( RIP

    RispondiElimina
  11. manuela1997 History tour29 aprile 2010 19:36

    meno male qualcuno ha buono spirito!

    RispondiElimina
  12. un mese prima che michael se ne andasse mi rimisi a sentire le sue canzoni quasi ossessivamente non facevo altro ke pensare come sarebbe stato bello se michael tornasse sul palcoscenico anke solo per un concerto allora non sapevo che in quei giorni stava preparando il suo ritorno sulle scene ...l'ho saputo troppo tardi quando al telegiornale annunciavano la sua morte ricordo che mi si spezzò il cuore... rivederlo dopo tanti anni mi fece uno strano effetto ... il suo sorriso non era cambiato..sempre dolce e giocoso:)) da allora non ce stato nessuno ke abbia onorato l'uomo ke lui era e ke aveva rappresentato per tutti noi e ogni tanto mi fa piacere leggere notizie del vero michael detto questo voglio salutare le mie 2 amiche doni53 e michaelforever74 vi abbraccio care...

    RispondiElimina
  13. MICHAELFOREVER743 maggio 2010 08:50

    X ANONIMO:
    Ti capisco....
    Ti abbraccio forte anch'io..
    Fai un regalo a te stessa..Non smettero' mai di scrivrlo per aiutarvi...
    Venite nel forum..Solo lui mi ha salvata,stavo affondando..
    Ci sono delle persone meravigliose,amore vero per Mj,niente falsita'..solo amore..
    Guai non lo avessi avuto...
    Fai un regalo alla tua anima ferita..
    Il tuo dolore,come il mio non passera' mai..ma impaerai ad estenarlo per sentirti meglio,con persone che ti comprendono e che amano MJ nella stessa misura nella quale noi l'amiamo..
    un bacione grande...

    RispondiElimina
  14. Vorrei dire due cose: primo,"Il libro che Michael Jackson avrebbe voluto farti leggere" è bellissimo, secondo, ma quale ucciso e ucciso?! Michael è ancora VIVO!!!!

    RispondiElimina
  15. Io vorrei rispondere a Majhko.

    Credo nella libertà di esprimersi e di credere ciò che si vuole, credo che ogniuno di noi sia libero di esprimere i propri gusti e le proprie opinioni, ma caro Majhko, non posso sopportare un'offesa tanto ripugnante come quella di scrivere o sentire che Michael è VIVO!!
    Non che mi dispiacerebbe, perchè Dio solo sa quanto desiderei che fosse vero, ma mi piacerebbe sapere da cosa lo deduci e secondo te quale sarebbe lo scopo di tutto ciò. Tu pensi che una persona come Michael avrebbe fatto questo? Avrebbe architettato il suo funerale? Avrebbe insegnato a versare finte lacrime ai suoi figli? Avrebbe addolorato così milioni di persone?
    Io non credo assolutamente, ma questa rimane la mia misera e banale opinione.

    RispondiElimina

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.