Annullato il tributo al Re del Pop


Sarebbe dovuto essere un giorno speciale. Un tributo a un anno esatto dalla morte del Re. Allo stadio Olimpico il 25 giugno sarebbero dovuti arrivare grandi artisti, grandi schermi e tre ore di spettacolo, con scenografie tridimensionali, effetti speciali in 4D e l'orchestra. Ci sarebbe stato il fratello di Michael Jackson, Marlon, le coreografie di Trevor Payne (lo stesso di 'This is It'). Sarebbero saliti commossi sul palco Dionne Warwick, Kim Carnes che con Jackson aveva cantato a 'Usa for Africa', Lee John degli Imagination, Alfred MCCrary, vocalist con i Jackson 5 e lo stesso Jacko, poi le American Divas, Lee John, Missy Elliot, forse anche Joss Stone e Akon. Ci sarebbe stato perfino l'avvocato del Jacko, Bill Oxman. Sarebbe dovuto essere un grande evento e così era stato annunciato. Invece non sarà.

Il tributo al Re è stato ufficialmente annullato per mancanza di prevendite. I fan non sono stati convinti: sui forum in Rete molte discussioni invitavano a diffidare dell'evento e la vendita dei biglietti, non più di 3500, non ha lasciato altra scelta agli organizzatori della WorldLive Entertainment che hanno annullato il concerto.

Il tributo era partito storto. Il cast non era mai stato confermato definitivamente, perfino l'Olimpico era stato sostituito in corsa con il meno imponente PalaLottomatica. I biglietti costavano dai 70 ai 90 euro. Un prezzo alto. Ma i fan li avevano comprati per lo stadio Olimpico, prima che il concerto fosse spostato. Tanto che Altroconsumo aveva anche inviato una lettera di diffida all'organizzazione per chiedere, in base al Codice del Consumo, che fosse ripristinato il programma inizialmente pubblicizzato e venduto ai consumatori e aveva messo a disposizione il numero verde 800 088 264 per dare informazioni. Ora i biglietti acquistati in prevendita saranno rimborsati dagli stessi punti vendita entro e non oltre il 30 giugno 2010 per il loro intero valore, compreso il diritto di prevendita.

Sul sito ufficiale la Worldlive Entertainment però ha dato una sua versione e ha sottolineato che "il significato di questo tributo andava ben oltre il fatto di vedere artisti (più o meno famosi nel nostro Paese) esibirsi, che a ogni modo abbiamo ingaggiato e contrattualizzato. Il vero significato era di rendere onore a Michael ma la risposta del pubblico italiano non c'è stata, se non per pochi veri fan. La nostra società è incappata, anche, purtroppo, in 'personaggi ambiguì che hanno minato la credibilità del tributo e che, già in passato, si sono resi partecipi di azioni poco chiare nei confronti dei fan club italiani, usando ingiustamente il nome di Michael o spacciandosi per organizzatori di eventi (mai realizzati). Questo di Roma poteva essere una bella rivincita per tutti".

Il 'MJM Tribute - Michael Jackson's Memorial Tribute' sarebbe dovuto partire nel caldo pomeriggio per arrivare fino notte. Marlon Jackson ad aprile era anche arrivato nella capitale per spiegare il senso dell'iniziativa: "Abbiamo scelto Roma, perché qui iniziò la grande carriera di Michael, con il suo primo concerto senza i Jackson Five nel 1988", aveva detto, aggiungendo che per ricordare il fratello sarebbero arrivati anche altri familiari, "Michael era molto legato all'Italia e soprattutto ai suoi fan che erano particolarmente calorosi e vivaci", aveva spiegato. Parte dell'incasso dell'evento che non ci sarà sarebbe stato devoluto tramite l'Associazione Legend Music Awards no profit, alla 'Fondazione San Raffaele-Monte Tabor' e all'Associazione Senegal Ambulatorio Thiemping. Ci sarebbe stata anche l'assegnazione dei premi internazionali della musica "Legend Music Award" 2010. Ma non ci sarà niente. Il Re riposa in pace e Roma, la città da cui partì la sua carriera da solista nel 1988, con la prima data del 'Bad Tour' allo Stadio Flaminio, resta in silenzio.



fonte: roma.repubblica.it

35 commenti:

  1. Chi di voi conosce la verità in merito a questa iniziativa?
    Non è una questione di ospiti internazionali più o meno importanti ma di onestà...Gli stessi familiari di MJ prima sostengono il tributo poi lo criticano...per non parlare del costo dei biglietti...secondo il mio modesto parere troppo alto per riempire uno stadio.
    Dopo Londra, Vienna anche ROMA: una lista di tributi falliti. Che tristezza!
    Soltanto il Re poteva riempire gli stadi ed ora il Re non c'è più...

    RispondiElimina
  2. qualle "dangerous tour" nel 88?

    RispondiElimina
  3. non ho parole lo hanno sabotato in vita e lo fanno ancora oggi che non c'è più .. desidererei in questo momento imprecare contro tutti ma non lo faccio per onorare la sua memoria. Noi fans, perlomeno, parlo per me, più tenteranno di infangare il suo nome e più forte sarà il mio convincimento che è stata tramata una congiura vera e propria nei suoi coinfronti. Era troppo grande, troppo in gamba per venir lasciato in pace, troppo pericoloso ....... in questo mondo di corrotti e corruttori.
    Michael ti voglio bene e te ne vorrò sempre. Dopo di te nessuno. I love you Michael .. forever mary70'

    RispondiElimina
  4. avevo comprato il biglietto il mese scorso con la convinzione di andare al tributo per onorarlo e per piangerlo .. avrei pianto tutta la notte è avrei apprezzato la sua musica tutta la notte.
    come vorrei che tu fossi vivo.. ti volgio bene Michael. Mi manchi..
    mary70'

    RispondiElimina
  5. Scusate, ma è sì vero che il costo del biglietto era caro, anzi direi super caro, ma prendete coscenza che sono proprio i fans, questa volta ad averlo abbandonato. Ma ci pensate che avevano scelto l'Italia per onorarlo? e la risposta? Solo pochi biglietti venduti e i fans, dove sono? CHE VERGOGNA!!!!
    Io come fans,mi vergogno. Sicuro c' era poca beneficenza con tutto quello che si pagava...sono stra daccordo, ma se uno ci teneva veramente pagava magari il posto al prato, che costava decisamente meno. Ma questa estate, non ci vanno a mangiare almeno 4 pizze? La cifra era quella. Si doveva fare per Michael, che figura con lui che abbiamo fatto, ancora una volta è stato trattato male. Ma ci rendiamo conto? Chisseneimporta chi si arricchiva, si doveva fare per lui.
    Scusate è vero che ognuno deve fare ciò che crede, ma a me dispiace troppo.

    Amore per sempre Michael

    RispondiElimina
  6. x me scusate il termine era una gran cagata,e smettiamola con questi tributi del ca.... con questa gente ke gli aveva girato le spalle quando era in vita e adesso poverini lo vogliono omaggiare.sono contenta ke nn si farà(nn avevo dubbi)i suoi fan mica sono scemi!il vero tributo siamo noi quelli ke ascoltano la sua musica con la sua voce,isuoi video ke leggono isui libri quelli veri autobiografici nn quelli di quei stronzi ke si sono arrikiti dopo la sua morte parlo dei suoi presunti amici(shmulej boteachi il libro fa vomitare)noi amici nel nostro silenzioso dolore nn abbiamo bisogno di queste stronzate.michael penso ke nn ne sarebbe felice di vederedegli artisti ommaggiano solo per farsi pubblicità x rilanciarsi.i suoi veri amici quante volte li avete sentiti?

    RispondiElimina
  7. Siamo un gruppo di amici e fans di michael, noi siamo ancora sconcertati dalla notizia!!dovevamo esseri lì per onorare la sua memoria e invece ci hanno rovinato questo bellissimo sogno!

    RispondiElimina
  8. "Dopo Londra, Vienna anche ROMA: una lista di tributi falliti. Che tristezza!
    Soltanto il Re poteva riempire gli stadi ed ora il Re non c'è più..."
    Quindi ora ....è facile addossare la colpa ai fans, i veri fans la Sua 2° Famiglia, .....tanto ci siamo abituati da anni ma Noi ...non molliamo... anche in un prato anonimo, ma con la Sua Musica nel cuore e nelle orecchie faremo tributi il 25/6, il 29/8, il 7/9, o a Nataleeeeeee !!!
    We Love You Michael !!

    RispondiElimina
  9. No, non è per il costo del biglietto.....
    io sono una di quelle 3500 persone....
    è che...me lo aspettavo, lo sapevo che sarebbe stato un FLOP: troppo poco pubblicizzato, troppa poca enfasi e troppo poco entusiasmo, TROPPO POCO AMORE(quanto mi rammarica scrivere ciò, non potete immaginare!)nell'organizzazione del Tributo che pure era DOVUTO ad una Persona, ad un Artista tanto importante.... forse di troppa levatura per le capacità degli organizzatori italiani, abituati a foraggiare le piazze di folclore nostrano e porchetta d'Ariccia (per carità: ben vengano anch'esse!), ma non avvezzi a gestire eventi di tale importanza,di tale responsabilità, di tale mole; non sapevano nemmeno da dove cominciare, secondo me!..... Pensare che sono stata una delle prime ad aver acquistato da tempo il biglietto...ma ci volevo credere e ci volevo sperare: avrei voluto che mi facessero sognare, entusiasmare, gioire o piangere ancora per e con Lui, con la sua musica e il suo Essere raccontato e riproposto da CHI l'aveva visto, conosciuto, lavorato con lUI, l'avrei visto omaggiare come meritava...volevo crederlo.... ma meglio così che assistere ad uno spettacolo
    squallido. Non è facile omaggiare una Stella e i "nostri", sconfitti, si son ritirati con la coda fra le gambe. Ridatemi i soldi.

    RispondiElimina
  10. che peccato io ci tenevo cosi tanto a vederlo mi dispiace tanto che l' hanno bloccato uffa e un anno che aspettavo questo tributo e poi è risultato tutto un blaff .E soprattutto Non mi aspettavo che l'ho annullassero per mancanza di gente tutto avrei pensato ma non questo ...Oh quanto mi dispiace ... fino a ieri non facevo altro che parlare di questo evento e ora non si fa niete mannaggia che delusione... Non hanno mancato di rispetto a noi ma hanno mancato di rispetto soprattutto a Michael era il minimo che potevano fare per una persona cosi grande secondo me dovevano fare ancora di più e alla fine non hanno fatto niente che rabbia...

    RispondiElimina
  11. adesso mi sono arrabbiata basta hanno stancato non solo che da quando non c'è più continuano ad insultarlo e già questo mi fa saltare i nervi ma pure questo mancava .Non hanno permesso a noi tutti di dargli un ultimo addio ... Dicevo sempre che tutte quelle persone che non l'hanno capito forse vedendo questo tributo vedendo tutte le cose che a fatto e come la gente l'ho amava potevano cambiare idea nei suoi confronti e avrebbero imparato ad amarlo ma la gente l'ho a gia dimenticato povero Michael sarà per lui un altra pugnalata al cuore mi dispiace veramente tanto....

    RispondiElimina
  12. Gente non sono daccordo il vero tributo siamo noi, ma dove?
    Certo Michael sarà sempre con noi nei nostri cuori e fra le note delle sue canzoni...quello è sicuro, ma siamo fans e di sicuro non siamo in grado di poter fare un tributo in suo onore come poteva essere questo,degno di nota. E per degno di nota, intendo che per Michael e in suo onore anche dopo un anno dalla sua scomparsa in tanti si sarebbero ritrovati ancora li per loro stessi e per lui agli occhi di quelli che ne hanno sempre dubidato: i media.
    Loro coi fatti, che ad oggi non ci sono, potevano dimostrarlo, ma che è stato dimostrato?
    E' trascorso un anno e in Italia in tutto questo tempo, che è stato fatto per lui? Qui a Roma hanno fatto a teatro uno spettacolo con un bravissimo ballerino che lo ha omaggiato e la gente? solo critiche del tipo non ci sarà nessuno che lo può imitare, ma dai siamo da nobel!!! Opppure del tipo: andare io a vedere qualcuno che fa finta di muoversi come lui? che tristezza. Be non me ne vergogno, io ci sono andata a vederlo, è stato bellissimo ed è stato un momento in cui insieme ad altri fans, con la sua musica insieme, lo abbiamo ricordato, quello doveva essere il senso, come questo tributo. Come si fa a dire meno male che è stato annullato era una ca..., ma cavolo ci rendiamo conto? Non vanno a vedere neanche uno spettacolo che lo riguarda allora visto che Michael non c'è più e non farà più concerti è finito per sempre? O solo se viene omaggiato in qualche piazza di Italia si può fare? Be, io andrei anche li, si fa quello che si può fare, ma che si faccia qualcosa. Voglio vedere questi fans, cosa faranno. Sicuro L'Italia, che era stata scelta per un motivo non da nulla, scusate non ha fatto una bella figura.
    Amore per sempre Michael

    RispondiElimina
  13. E' davvero tutto molto triste.
    Caro Michael comunque sia andata ti ricorderò sempre. I love you.
    Lin.

    RispondiElimina
  14. su questo tributo ero estremamente scettica, visto i personaggi che c'erano dietro...ho preso i biglietti... nonostante tutto sarebbe stata una serata per ascoltare tutti insieme la sua musica! Ancora piu' disgustata dalle modalita' di rimborso, che schifo!!!

    RispondiElimina
  15. Non ho parole per poter esprimere davvero tutto ciò che ho nel cuore e nell'anima: più di un anno fà dovevano esserci concerti a Londra che Michael stava preparando con enorme sacrificio(basta guardare THIS IS IT per poter capire quanta fatica gli costava), però Lui affrontava tutto per amore dei suoi fans, sparsi in tutto il mondo, e per i suoi figli,i quali essendo già abbastanza grandi, potevano apprezzare ed apprendere tutto ciò che aveva fatto il loro adorato e grande papà.Tutto ciò egli lo faceva con la stessa dedizione e amore di quando aveva 30 anni...
    Poi c'è stato quel maledetto 25/6/2009...tutto il mondo è rimasto sbigottito e senza parole in un primo momento; poi c'è stato il dolore e la rabbia seguiti da polemiche, accuse e disperazione per la perdita del più completo artista di tutti i tempi e dell'uomo più umano e amorevole che esisteva in questo mondo storto e tetro, colmo di tanto male e persone avide che tutti i giorni tradiscono e crocifiggono GESU'.
    E' un anno che tutti noi fans piangiamo tutto questo e non riusciamo a rassegnarci.
    Si vorrebbe che Michael fosse sempre fra noi...ma quando,poi,viene deciso di fare un VERO GRANDIOSO TRITUTO in SUO ONORE( in onore dell'IMPERATORE...e dove, se non a Roma, il più grandioso impero esistito in tutta la storia del mondo,e ciò doveva renderci orgogliosi)invece di catapultarci a migliaia per rendere onore al nostro idolo e in qualche modo riabilitarlo agli occhi della maggior parte degli italiani che lo conoscono solo per le sue varie vicende legali che ha dovuto subire (non oso oltraggiare il suo nome con l'accusa che lo ha distrutto), ci siamo prenotati solo in 3500...
    Dove sono spariti le centinaia di migliaia di fans sparsi in tutta Italia?Erano tutti pieni di impegni o alla fame? Ricordatevi che l'unione fa la forza! E' perfettamente inutile fare o partecipare a vari "tributini"(anche se ammirevole per lo sforzo che fanno queste persone per organizzarli) un TRIBUTO VERO deve essere grandioso, come lo erano i suoi concerti, per poter sollevare e squotere gli animi delle persone che hanno sempre creduto nelle falsità dei media.Io sinceramente me ne fregavo di quello che ci poteva essere sotto, mi bastava gridare in piena libertà, insieme ad altre persone che amano Michael quanto lo amo io,le sue canzoni la sua musica e l'amore infinito che c'è nel mio cuore per questa meravigliosa creatura.....
    Pensiamoci per il 25/06/2011
    e cerchiamo davvero di organizzare un tributo degno della sua memoria, con l'unione di tutti i forum italiani sotto la stessa stella:MICHAEL JACKSON

    RispondiElimina
  16. Ciao a tutti, sono Roberto un fan di michael da quando avevo appena 4 anni, ho dedicato tutta la mia vita a lui, seguendo la sua luce sono diventato un'artista e per questo dico grazie michael, volevo anche comunicare a tutti i fan come me, che abbiamo organizzato un memorial al grande michael che si terrà venerdi 25 giugno a milano Teatro nuovo P.zza San Banbila ore 21.00 è un tributo intimo che raccoglie persone ed artisti che lo hanno amato e si ritrovano semplicemente per ricordarlo. ciao a tutti

    RispondiElimina
  17. a prescindere di chi fossero stati gli ospiti o qualsiasi altro argomento .. con questo tributo ci era stata data la possibilità di ricordarlo, insieme, i nostri cuori avrebbero battuto all'unisono ricreando parte di quella magia che Michael, in vita, avrebbe completato con la sua presenza. Avremmo portuto ricreare e provare quel senso di euforia che ci ha insegnato a provare.
    Io non ho mai avuto la possibilità di ammirarlo da vicino e quando e morto ho capito di aver perso un'occasione irripetibile, un occasione che mi avrebbe riempito il cuore di immensa gioia e gratitudine nei suoi confronti. Lui non era solo un artista a 360° ma era il simbolo della speranza, del sogno americano, dell'uomo che si fa da se .. un uomo che lotta fino allo stremo delle forze per realizzare i suoi sogni, un uomo che attraverso il suo lavoro, che ama con tutta la sua anima, accarezza le ali della libertà, e acquisisce la consapevolezza di essere .. di esistere ... di vivere.
    Volevo dividere con chi lo ama queste sensazioni ma come al solito sono pochi quelli che pensano con la propria testa e col proprio cuore sensa farsi influenzare dai media. Michael avrebbe detto ci risiamo ..
    ti amo Michael forever
    mary70'

    RispondiElimina
  18. sono davvero delle belle parole mary 70 io stessa non potevo dirlo con parole migliori sono daccordo con te in tutto ciò che ai detto .....

    RispondiElimina
  19. grazie anonimo ma quando parlo di Michael, che mi ha ispirato tutta la vita, le parole mi escono dall'anima, con la stessa forza delle acque di una rapide. Potrei parlare di lui all'infinito, senza fermarmi un istante. La sua scomparsa mi ha lasciato un vuoto incalcolabile, riesco a sfogarmi solo scrivendo di Lui e di tutte le magnifiche sensazioni che mi ha permesso di provare. ti amo Michael
    mary70'

    RispondiElimina
  20. A mary'70,quando leggo i tuoi messaggi mi strabocca il cuore di gioia!!il tuo pensiero e' anche il mio, pensa che io avrei fatto 600 km per poter godermi lo spettacolo!!invece mi hanno rovinato un sogno.....romy

    RispondiElimina
  21. Cara Mary,
    hai reso in pieno i pensieri di tutti noi, sono d'accordo con quello che hai detto. Michael ci aveva chiamato e noi come fan non abbiamo risposto, è una grande sconfitta. Ma sappi Michael che rimmarrai sempre nei nostri cuori.
    I love you.
    Lin.

    RispondiElimina
  22. Credo che per il tributo sia stata scelta Roma, non perchè fu la città europea a dare il via al Bad tour, bensì per un'attenta ricerca di mercato. Gli organizzatori convinti del fatto loro (gli incassi) non si sono preoccupati di curare piu' di tanto l'evento: niente nomi di grande rilievo, niente investimenti per pubblicizzare, prezzi troppo alti in un momento di crisi economica generale. Tutte cose alle quali Michael avrebbe sicuramente guardato con attenzione. Non hanno proprio imparato niente da lui, nè gli organizzatori nè i suoi fratelli!!! E soprattutto non hanno capito la cosa fondamentale che i fan di Michael Jackson non sono mica stupidi!!!!! E scrivo questo col massimo rispetto e la massima comprensione di tutti quelli che per amore e per entusiasmo si sono precipitati a comprare il biglietto. Lo avrei fatto anch'io se avessi potuto, solo che in me ha prevalso lo sdegno per tutte queste cose sul desiderio fortissimo di stare tutti insieme a sentire ancora una volta la sua musica. J love you

    RispondiElimina
  23. Carissima Agese, io faccio parte dei fans stupidi, ma "compresi", più o meno come dici tu. Ma il punto, non mi stancherò mai di ripeterlo,è che il tributo era un momento di condivisione, con tante altre persone, unite dallo stesso amore in onore di Michael.
    Questo doveva essere il fulcro della storia.
    Sul fatto che Michael non l'avrebbe mai fatto in questo modo, con quei prezzi e senza nemmeno pubblicizzarlo, garzie tanto, ne siamo stra sicuri, lui era impagabile, sia nei fini che nella perfezione del suo operato atto a preparare uno spettacolo di un cero effetto per amore dei suoi fans.
    Per gli organizzatori e forse i fratelli, ovvio non hanno gli stessi obiettivi. Forse doveva essere solo un tributo? No un normale concerto?
    e sul fatto che hanno scelto Roma per mercato, ma solo questo mi sembra un po' pochino no? E poi anche se non lo hanno pubblicizzato molto, come è infatti vero, ma allora sono proprio dei folli, a che pro tutto questo? sicuro avranno speso anche qualche soldino per fare i cartelloni e le conferenze e quel poco che hanno fatto? Visto e considerato che ridaranno fino all'ultimo centesimo di rimborso e non averlo fatto, non gli porterà sicuro una bella pubblicità...dove è stata la convenienza???? Perchè tutto questo?

    RispondiElimina
  24. x Mary 1968
    il motivo è semplice, in futuro la gente non ricorderà che il tributo è stato annullato per incapacità della società che ha organizzato l'evento ma semplicemente verrà ricordato come il giorno in cui i fans - i più fedeli e amorevoli di tutti i fans - hanno voltato la faccia a Michael Jackson -"tributo annullato per scarsa prevendità"- dov'è finito il loro amore per Lui? e questo che vogliono mettere in evidenza.
    Hai mai visto milioni di persone fare per altre stars quello che hanno fatto per Lui, prima e dopo la sua scomparsa?
    In vita attaccavano Lui
    dopo la sua scomparsa attaccano i suoi sostenitori, che lo tengono in vita virtualmente, perchè ora la sua voce siamo noi.
    Il loro fine si riduce a fare di tutto per sminuire la sua grandezza per motivi economici, raziali ...
    Tocca a noi portare avanti la sua eredità.
    Ti amo Michael
    mary70'

    RispondiElimina
  25. Ma!
    Non sono convinta su cio che hai detto Mary70, scusami perchè sempre apprezzo veramente di cuore tutto cio che dici nei tuoi commenti, sempre delicati, ma sentiti e profondi. Dove è il fulcro? Attaccano noi fans non potendo attaccare lui e si ricorderanno che gli abbiamo voltato le spalle? E questo lo doveva fare proprio suo fratello?
    Ma non credo. Michael ha fatto tantissimo e anche se stava sullo stomaco a molti, tutti comunque di certo hanno sempre riconosciuto la sua grandezza nella musica e allora, che dovrebbe portare un mancato tributo?
    Che la gente in futuro ricorderà che i fans non lo hanno voluto fare? E a noi fans cosa dovrebbe importare tutto questo? Noi la nostra opinione su Michael già ce l'abbiamo e di sicuro l'unico dispiacere che conserveremo per tutta la vita è quello che non abbiamo avuto la possibilità di onorarlo insieme con tutto l'amore di cui siamo capaci. Ma alla persona che era Michael, che sia stato fatto o che sia stato annullato... nulla importa, tanto meno alle sue canzoni, che verranno comunque vendute perchè la sua musica non potrà mai essere ostacolata, al contrario del suo onore che meritava. Un abbraccio Mary e vorrei davvero conoscere il segreto o i segreti che girano intorno a tutto questo.
    Amore per sempre Michael

    RispondiElimina
  26. x Mary 1968
    il fulcro?
    anche se mi duole dirlo,ancora oggi, nel 2010 in America e nel resto del mondo ci sono probblemi raziali .. Lui era nero non dimenticare - io neanche me ne sono mai accorta di che colore era la sua pelle? per me era una splendida persona, la più bella che ho mai avuto modo di vedere nel senso profondo e completo della parola- .. noi fans abbiamo il cuore in pezzi che vuoi che ce frega del resto.
    Ma tu pensa tra 20 anni .. le nuove generazioni non hanno vissuto, gioito, sofferto per lui come abbiamo fatto noi .. sarà la nostra parola contro quella dei media secondo te a chi crederanno? Sarà per loro sufficiente insinuare il dubbio per sminuire la sua grandezza.
    Prendi, a caso, Ledy Gaga l'hai mai sentita prima di qualche anno fa .. all'improvviso questa giovane donna, mai vista prima, diventa un mito senza avere buone qualità canore, e i media che fanno gli attribuiscono il Lupus - guarda un pò- il suo menager - ex di Michael- dice che è grande come Lui. Sminuire Michael significa rendere grandi personaggi insignificanti come Lei.
    Io so di che qualità canore è umane era dotato Michael .. non ha uguali è questo genera invidia a tutti i livelli. ciao Mary 1968
    Michael by with L.O.V.E.
    mary70'

    RispondiElimina
  27. Il mancato tributo dimostra solo quanto siano stati inefficienti gli organizzatori. I fan non gli hanno voltato le spalle, non lo hanno nè dimenticato nè abbandonato, anzi sono aumentati e lo dimostrano l'incredibile successo di "This is it" e l'inpennarsi delle vendite di libri e canzoni. Scusate ma siamo già tanto indignati, disperati, offesi, dobbiamo prendere su di noi anche colpe che non abbiamo!!! Michael...Michael.. in fondo ti assomigliamo un pò!!! con affetto

    RispondiElimina
  28. Scusate. Aggiungo. Ma con tanti giovani musicisti di alto livello (non scordiamo che il conservatorio di Santa Cecilia a Roma ne sforna decine ogni anno e lì è presente anche un'ottima classe di percussionisti)appassionati di rock e di MJ, perchè il Comune non ha trovato soluzioni idonee per organizzare un grande tributo invece di tagliare i fondi allo spettacolo??? I prezzi sarebbero stati modici, l'intensità della partecipazione identica e avremmo dato un pò di lavoro a tanti bravi ragazzi. Certo non sarebbero accorsi da tutta Italia (non lo hanno fatto comunque) ma.... Michael da lassù sarebbe stato contento di vedere sul palco anzichè artisti che lo avevano ignorato e invidiato da vivo, quelle giovani leve che lui ha tanto amato!!!

    RispondiElimina
  29. x Mary 1968
    non sono stata l'unica fans che ha intuito il tentativo, degli organizzatori dei vari tributi in favore di Michael, di sminuire la sua grnadezza agli occhi del mondo, danneggiandolo ulteriormente più di quanto abbiano già fatto.
    leggi-leggete questo articolo:
    http://www.livecity.it/2010/06/15/micheal-jackson-tribute-a-roma-chiarimenti-e-rettifiche-attorno-alle-motivazioni-dellannullamento-del-concerto-allo-stadio-olimpico/
    ti amo Michael proteggerò il tuo nome sempre .. ti voglio bene.
    mary70'

    RispondiElimina
  30. Vi ringrazio per i commenti, andrò a leggere l'articolo che mi suggerisci. Per il momento ancora non sono convinta del contrario di cio che ho detto, grazie di cuore, Marina.

    Amore per sempre Michael

    RispondiElimina
  31. Sono d'accordo con l'anonimo ke ha detto:"SOLTANTO IL RE POTEVA RIEMPIRE GLI STADI"infatti io penso ke se ci fosse stato michael su quel palco pagare certe cifre x il biglietto ne sarebbe valsa la pena,anzi secondo me la gente avrebbe pagato anche 1.000.000 di euro, ma io sarei disposta a pagare oro anke x rivederlo solo x 1 secondo e nn mi vergogno di dirlo.Mi dispiace ke sia stato annullato questo tributo anke xkè sono onorata ke si sarebbe tenuto nella mia città ma secondo me alla fin fine possiamo ricordare il nostro amato michael anke in un altro modo: riunendoci nelle piazze,cantando,creando striscioni e cartelli e tenendolo sempre vivo nel nostro cuore.perchè x far rivivere una persona nn cè bisogno di spendere soldi a desta e a manca basta tenerla nel nostro cuore.

    RispondiElimina
  32. Mi ero informata per i biglietti di Roma ma a me serviva anche un volo ed un hotel visto che partivo da Torino, l'idea però di sentir cantare le sue canzoni da altri non mi entusiasmava molto avrei preferito vedere in suoi video su maxi schermo ed immaginarmelo come la sera del 29 maggio 1988 quando a Torino allo stadio che allora era il Comunale ed ora è l'Olimpico ci fece impazzire con il suo Bad Tour. Verso la fine di maggio però su uno di quei piccoli quotidiani che regalano alle fermate dei bus ogni mattina, c'era la notizia che l'associazione italiana "Make a Better World Foundation (Italy)" Torino costituita nel 2010 aveva organizzato a scopo completamente benefico per il 25 giugno 2010 il primo "MICHAEL JACKSON DAY" per il primo anniversario dalla morte, in piazza Castello alle ore 19,30. MERAVIGLIOSO!!!!!!! Sarei rimasta nella mia città insieme a gente come me che ama Michael per cantare e ballare con i suoi video più famosi. Così alle 15,30 del 25/6 ero già lì attrezzata con cappello e giacca nera di pailettes,cerotti alle tre dita e maglia originale del tour di History (fotografata da molti perchè difficile da trovare). Nel giro di tre ore la piazza si è riempita di tantissimi fans vestitui come Michael in Billy Jean con guanto luccicante e college nere ai piedi che si esibivano a gara nelle loro performance. Erano i giorni degli MTV di Torino perciò il palco e gli schermi erano già montati, dove gli MBFW dancer (tutti giovani ragazzi che si sono preparati insieme la sera dopo scuola e lavoro) si sono esibiti nei più famosi video di Michael compresi i cambi di abito per ogni canzone.Ci sono stati molti altri artisti anonimi arrivati da tutta Italia autofinanziandosi che volevano esserci a tutti i costi.E' stata una serata bellissima senza grandi nomi, non ci servivano, i grandi eravamo noi che abbiamo omaggiato Michael cantando a memoria e ballando le sue canzoni e piangendo al minuto di silenzio nell'ora dell'annuncio della sua morte in Italia. Ma non
    dispiacetevi se voi non c'eravate, perche per il 25 giugno 2011 la fondazione ha annunciato che ripeterà l'evento per il secondo anniversario! Perciò preparatevi inondiamo Torino di Michael alla faccia di chi non l'ha saputo fare! I see you in juni 2011!!! Schelly 13_ mj

    RispondiElimina
  33. LO HANNO ANNULLAto??????????????? FaNNO SKIFOOOOOOOOO

    RispondiElimina
  34. OH, SHELLY!!!! SPERO DI ESSERCI NEL 2011 A TORINO!!! DA MILANO NON è POI COSì LONTANO!! SI PRENDE LA MACCHINA E SI VIENE! SPERO PROPRIO DI ESSERCI! UF,VORREI AVERE LA PATENTE E VENIRE DA SOLA! MA HO 12 ANNI!!! BHE, SPERO DI ESSERCI!! MICHAEL TI AMO!!!!

    RispondiElimina

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.