Il ricordo di Lisa Marie Presley


«Lui lo sapeva. Anni fa, Michael ed io stavamo avendo una conversazione sulla vita in generale. Non ricordo l'argomento esatto ma può essere che mi stesse chiedendo delle circostanze della morte di mio Padre. A un certo punto fece una pausa, mi fissò intensamente e disse con una certezza quasi serena, "Ho paura che finirò come lui, nello stesso modo."

Cercai subito di distoglierlo da quell'idea, ma a quel punto scrollò le spallè e annuì come se volesse farmi sapere che sapeva quello che sapeva, e non c'era nessuna possibilità di discutere. Quattordici anni dopo sono seduta qui e guardo un'ambulanza che lascia i suoi cancelli, le folle fuori dai cancelli, la copertura dei media, le folle fuori dall'ospedale, la causa della morte e cosa avrebbe potuto portare a ciò e il ricordo di questa conversazione mi ha colpita, così come quelle lacrime che non riuscivo a fermare. Una fine predetta da lui, dai suoi cari e da me, ma quello che non avevo predetto era quanto avrebbe fatto male quando, infine, sarebbe successo. La persona che non sono riuscita ad aiutare in questo momento viene trasportata negli uffici del coroner di Los Angeles per la sua autopsia. Tutta l'indifferenza e il distacco che avevo lavorato così tanto per ottenere negli anni è finito giù per il cesso (ndr. è la traduzione italiana più adatta) ed ora sono incredibilmente amareggiata.

Dirò ora quello che non ho mai detto prima perchè voglio che la verità venga a galla. La nostra relazione non era "una facciata" come viene detto dalla stampa. Era una relazione insolita, sì, in cui due persone insolite che non vivevano, nè conoscevano, una "vita normale" avevano trovato una connessione, forse con un tempismo sospetto da parte sua. Ad ogni modo, credo che lui mi amasse quanto più potesse amare una persona, ed io lo amavo molto.

Volevo "salvarlo", volevo salvarlo dall'inevitabile, che è quello che è appena successo. Anche la sua famiglia e i suoi cari volevano salvarlo da tutto questo, ma non sapevano come, e questo succedeva 14 anni fa. Avevamo tutti paura che questo sarebbe stato il risultato già allora. Al tempo, nel tentativo di salvarlo, arrivai quasi a perdere me stessa.

Aveva una forza ed un potere incredibilmente dinamici, che non potevano essere sottovalutati. Quando li usava per qualcosa di buono, era il migliore, e quando li usava in modo sbagliato, andava davvero DAVVERO male. La mediocrità non era un concetto che sarebbe potuto entrare nell'essenza o nelle azioni di Michael Jackson, mai, nemmeno per un secondo.

Divenni malata, e spiritualmente/sentimentalmente esausta nella mia missione di salvarlo da certi atteggiamenti auto-distruttivi e dai terribile vampiri e sanguisughe che riusciva sempre ad attirare attorno a lui. Ci finii dentro fino ai capelli, mentre provavo. Dovevo pensare ai miei figli, dovevo prendere una decisione.

La decisione più difficile che abbia mai preso, cioè andarmene e lasciare che se la vedesse con il suo fato, nonostante lo amassi disperatamente e provai a fermarlo o invertire tutto, in qualche modo.

Dopo il divorzio, passai qualche anno ad ossessionarmi per lui e per cosa avrei potuto fare diversamente, in preda al rimpianto. Poi passai alcuni anni di rabbia nei confronti della situazione. Ad un certo punto, divenni davvero indifferente, fino ad ora.

Mentre sono qui seduta, sopraffatta dalla tristezza, dalle riflessioni e dalla confusione su quello che è stato il mio più grande fallimento fino ad ora, guardando ai telegiornali quasi scena per scena lo stesso scenario a cui assistii il 16 Agosto 1977 (ndr, con Elvis), ora con Michael (Una cosa che non avrei voluto rivedere mai) proprio come aveva predetto, sono davvero sconvolta.

Qualsiasi esperienza insana o qualsiasi parola abbia mai provato nei suoi confronti nel passato è appena morta dentro di me insieme a lui. Era una persona straordinaria e sono fortunata di essermi potuta avvicinare a lui tanto quanto ho fatto, e di avere avuto le tante esperienze e gli anni insieme a lui.

Spero disperatamente che possa essere sollevato dal suo dolore, dalla pressione e dal tumulto. Merita di essere libero da tutto quello e spero che sia, o sarà, in un posto migliore. Spero anche che chiunque altro senta di non essere riuscito ad aiutarlo possa essere finalmente libero, perchè finalmente magari lui lo è.

Il mondo è sotto shock, ma in qualche modo lui sapeva esattamente come il suo destino si sarebbe spiegato, un giorno, più di chiunque altro, ed aveva ragione. Avevo davvero bisogno di dire queste cose, grazie per avermi ascoltata. »


Fonte: Blog di Lisa Marie Presley

22 commenti:

  1. MICHAEL FOREVER 746 aprile 2010 10:32

    Lo so che ora e' facile dirlo..ma penso che anche tu avresti potuto fare molto di piu' per Mj..
    Molte parole ora..sono inutili...

    I love you forever Michael...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai proprio ragione, questo è quello che penso anche io... w michael

      Elimina
  2. avevo già letto queste dichiarazioni!
    e non voglio dire più di tanto....
    perchè c'è tanta tristezza in queste sue parole, e penso che lei veramente abbia tenteto di salvarlo!
    ma purtroppo era già troppo tardi!
    Michael soffriva tanto! ed il mondo non faceva altro, giorno dopo giorno, che aumentare la sua sofferenza!
    questa è la triste storia di un grande uomo martoriato dalla crudeltà di questo mondo!

    RispondiElimina
  3. GRAZIE Lisa-Marie.
    Grazie, per queste parole che mi sono arrivate sincere e potenti.
    Ho avvertito tanto dolore per aver amato. E perduto. Ancora, dopo tuo padre.
    Averli amati e perduti due UOMINI così speciali, così unici, non può non lasciare un immenso dolore o una rabbia profondissima. Ma grazie, per averci provato.Comunque.
    Per aver regalato a Michael anche se per poco il sogno della sua vita: una famiglia, dei figli e...quella quotidianità che ha sempre sognato e mai avuto.
    GRAZIE Lisa-Marie, e come direbbe lui....GOD BLESS YOU....

    RispondiElimina
  4. ankio avevo gia letto questa testimonianza e devo dire ke rileggendola mi e venuta un gran senso di angoscia chissa cosa pensava quando gli disse quelle parole da dove veniva quella sicurezza perchè era convinto di ciò sono queste le domande ke mi pongo allo stesso tempo sono scioccata il sapere ke i suoi familiari e tutti quelli ke gli stavano vicino sapevano ke rischio correva e non poter far niente.. e molto triste

    RispondiElimina
  5. Le tue parole arrivano sincere, credo che traspare la sofferenza e la sconfitta di chi non ha potuto vincere una importante battaglia.
    Ma così difficile era cercare di aiutare Michael?
    Sicuro era una persona particolare, magari anche non semplice, ma ci sono persone davvero cattive al mondo, ma cattive come assassini, stupratori e quant'altro, molti dei quali sono spalleggiati da persone che purtroppo per loro, li amano e rimangono al loro fianco, spero con l'augurio di salvarli. Allora mi chiedo: era così difficile amare Michael e aiutarlo se davvero lo amava e capiva che ne aveva bisogno?
    Non riesco a darmi una risposta, ma cerco di non giudicare, come mi hanno insegnato e penso anche che bisognerebbe trovarsi in quella situazione per dare un giudizio.
    Mi viene comunque un pensiero che è quello di dire che Lisa-Marie è stata fortunata ad aver vissuto con Michael e non so in quante di noi avrebbero lasciato quella casa.
    Scusate la presunzione ... prendetela come un gioco, ma io sarei rimasta volentieri, ancora lì e gli avrei dato, se lui l'avesse voluto tutti i figli del mondo, anche se su questo punto credo che Michael sia stato effettivamente molto controverso.
    Io comunque la mia parte l'avrei fatta molto volentieri.
    Avesse fatto uno sforzo maggiore Lisa,chissà magari parlavamo di quanto meraviglioso .. è stato il suo concerto.
    Che vuoto.
    Amore per sempre Michael

    RispondiElimina
  6. CARISSIMA!!!
    Ciao sono Stella e ho appena letto il tuo commento, che peraltro condivido. Ma per un momento, solo un momento, proviamo a metterci nei panni di Lisa-Marie.
    Noi (mi ci metto anch'io), per quanto avremmo sopportato di essere messe da parte ogni volta che sbucava un ragazzino (o ragazzina) che, magari ammalato, diceva di voler trascorrere del tempo con MJ, tralasciando completamente la nostra presenza????
    Di più. Saremmo state capaci di dividerlo con il resto del mondo???Schiere di ragazzine adoranti, adolescenti rapiti dal suo fascino, e da quella voglia di giocare continuamente.... saremmo riuscite a lenire quel dolore che gli veniva da un'infanzia negata, da una scarsa autostima e dal "fastidio" che gli proveniva dall'essere stato sempre trattato come un "diverso"?????
    Non ti sei accorta anche tu di come Michael sul palco sembrava un "dio" e nelle interviste invece...sembra sempre a disagio, imbarazzatissimo,quasi non fosse lui il RE DEL POP.
    Io lo amo moltissimo, mi manca tanto... anche fisicamente lo penso come....come non si dovrebbe pensare un morto!!! Ma credo che non sarei stata alla sua altezza.
    Non avrei saputo vivere all'ombra del suo genio e quindi anche della sua...follia....purtroppo!!!
    Mi sarei sempre sentita schiacciata dal suo immenso carisma, da quel mix esplosivo che era di genialità e innocenza.
    Io la capisco Lisa-Marie, non è facile aiutare un adulto che non vuole farsi aiutare, uno che ha sempre vissuto OFF THE WALL!!!


    Sono felice che una mia coetanea abbia i miei stessi sentimenti per Michael. Sapessi quanto mi sento meno sola!!!
    Ti abbraccio, Stella.

    RispondiElimina
  7. Sicuro, mai dire mai nella vita e bisogna trovarsi ... nella situazione per giudicare.
    Il mio pensiero ovviamente rimane un pensiero perchè non l'ho affrontata la situazione di Lisa Mary Presley, sicuro difficile.
    Comunque aveva un vantaggio e cioè che quando ha deciso di sposarlo sapeva chi fosse e quanto particolare fosse ... anche se sicuro il punto era proprio lì e cioè che una persona non la si conosce mai abbastanza.
    Concordo in pieno il problema della sua infanzia e l'auto stima.
    Be che dire mi è venuto il pensiero di scrivere ciò che ho scritto e chissà ... rimane un mio pensiero.
    Mi fa piacere il tuo commento perchè è simpatico confrontarsi col Mondo ... figuriamoci se è quello che ama Michael
    UN SALUTONE A STELLA e a tutti gli altri.

    Amore per sempre

    RispondiElimina
  8. Carissima!!!
    Ciao! Sono Stella, scusami tanto....non volevo in alcun modo "sgridarti"!!! figuriamoci!!!
    Mi è piaciuto tanto il tuo pensiero "critico" nei confronti di Lisa-Marie...sapessi come la invidio! Lei che ha potuto abbracciarlo, tenerlo stretto e...non mi ci far pensare che poi mi vengono i "cattivi pensieri"....!
    Ti dirò di più. Dando sfogo a tutta la mia presunzione, come non mi sono mai permessa di fare, vorrei aver fatto come Giorgia nella canzone "Come saprei", ricordi? "Come saprei amarti io, nessuno saprebbe mai...io ci metterò tutta l'anima che ho...quanta vita sei....." ecc.
    Ecco,l'ho detto. Nel mio delirio sono fermamente convinta che io l'avrei amato come nessun'altra. L'avrei capito, l'avrei "salvato"..perchè il mio amore è così grande che sarebbe bastato per tutti e due....
    Mi sarei lasciata mettere da parte, avrei aspettato che sviluppasse la consapevolezza di aver bisogno di me, con la conseguente certezza di trovarmi la,pronta e disponibile qualora avesse avuto bisogno di me.
    Io lo avrei strappato al suo dolore, alla sua tristezza e lo avrei riconsegnato alla sua musica più forte e determinato di quanto non lo sia mai stato in vita sua.
    Gli avrei dato tutti i figli che mi avesse chiesto e tutta la "normalità" di cui sono capace....gli avrei fatto ritrovare il sorriso, quello vero, che viene da dentro e si vede negli occhi....
    Che ne pensi??? Io credo di soffrire di un grave caso di JACKSONITE acuta, in fase ormai irreversibile e assolutamente incurabile....ha, ha, ha!!!
    Stavo solo scherzando! Spero si sia capito...ma poi neanche tanto...!!!

    A presto, Stella

    RispondiElimina
  9. Per Stella...
    ho letto solo ora il tuo ultimo commento, ma stai tranquilla che non mi sono sentita sgridata.
    In questo bellissimo blog, mi sento come a casa e quindi dico ciò che mi sento e accetto i commenti degli altri che come i miei sono liberi. Un abbraccio e a presto.

    Amore per sempre Michael

    RispondiElimina
  10. io non la penso come alcuni di voi, io penso che Lisa sia stata la persona che più degli altri gli ha voltato le spalle. Non merita neanche un commento la sua condotta, la torvo una donna frivola e falsa e penso che Michael lo abbia scoperto dopo il matrimonio, in fondo si sono sposati in tempi brevissimi. Avrei voluto per Michael una donna che lo amasse davvero e fiera di stargli accanto. ti voglio bene Michael mary70'

    RispondiElimina
  11. si lo so è troppo tardi x me,ho 'scoperto' michael jackson a novembre,dopo la sua morte,x puro caso.beh,ke dire?è diventato la mia vita anke se ormai è trpp tardi. lo so,è colpa mia..me ne pento tantissimo,forse nn dovrei neanke parlare ma vorrei dire ugualmente la mia. penso ke tt qll ke ha scritto lisa presley in qst testimonianza sono solo belle parole. certo adesso è facile dire:'ma io ho cercato di aiutarlo,ho fatto di tt..' e così via. ha fatto di tutto...ke cosa ha fatto???l'ha lasciato semplicemente xdere,si è separata e si è lavata le mani e adesso fa la santerellina.e nn è vero!i familiari nn volevano fare nnt,stavano a vedere tranquillamente come stava andando in rovina...e adesso ke nn c'è più si scagliano x i suoi soldi. cosa triste,mlt triste. io penso ke se volevano potevano tt fare qlks. x quel poco ke ho capito di michael jackson in qst 7 mesi ke lo conosco,dico ke secondo me aveva bisogo solo di sentirsi amato e sostenuto dalla famiglia dopo tt i momenti difficili ke aveva passato e ke stava passando.si, ha detto quella frase alla presley xk sentiva di andare in rovina,ma nn era mica un profeta??poi dai,era avvenuto 14 anni fa..possibile ke in tt qst tempo nex è riuscito a fare qlks, a dimostrargliil dell'affetto e dell'attenzione..michael jackson sicuramente era una persona con una personalità complessa,una persona particolare in qualke modo ma in realtà aveva solo bisogno di essere capito e sostenuto come tutti noi..nn è che non potevano fare niente,semplicemente non volevano

    RispondiElimina
  12. Quando ero bambina ricordo Fellini, nascosto tra sciarpa, cappello nero e occhiali scuri che si intrufolava in un portoncino proprio di fronte a dove abitavo io, per andare dalla sua bellissima amante americana. Mi sono sempre chiesta come facesse Giulietta Masina a sopportare tutte quelle "corna". Meglio i bambini di Michael! Ma la Masina apparteneva a un'altra categoria di donne. Prima di tutto era consapevole della genialita' e del talento del marito e dove lui attingeva idee e ispirazione (Michael ha sempre affermato che i bambini erano la sua ispirazione), poi era una donna italiana e le donne italiane, soprattutto quelle d'allora, sapevano come "tenersi" i mariti. Infine appartenevano allo stesso ambiente sociale con lo stesso retroterra culturale. Lisa è vissuta da bambina viziata, mentre Michael si guadagnava da vivere già a cinque anni. Lisa a quattordici anni faceva già uso di stupefacenti, mentre Michael bussava alle porte come testimone di Geova. Lui voleva dei figli mentre lei non lo riteneva pronto per fare il genitore. Evidentemente non lo aveva capito abbastanza in profondità. Comprendo che non è facile essere la compagna di un genio, è già difficile essere la moglie di un uomo con molte responsabilità sulle spalle. Senza voler fargliene una colpa, ma lei non era assolutamente all'altezza della situazione. Adesso è inutile piangere. La realtà è sempre la stessa: Michael è rimasto di nuovo solo. Ma la sua non era la solitudine degli uomini comuni, era la Solitudine del genio che è già tanto solo perchè genio, in pìù solo perchè incompreso e senza amore."E' San Valentino, sono senza una donna e questa cosa mi fa impazzire" confidò al suo "amico" rabbino. Per un uomo fuori dal comune ci vuole una donna fuori dal comune. Se avesse avuto la fortuna di incontrarla, staremmo ancora qui a sentire le sue canzoni come abbiamo visto tutti i film di Fellini, e non dovremmo leggere dichiarazioni postume tra il rimpianto e il rimorso o malinconiche richieste di fiori finti sulla sua tomba. Giulietta Masina morì due mesi dopo la scomparsa del marito. A lei dobbiamo tanto come a ogni donna, madre, moglie, amante, compagna che ha saputo essere di sostegno al proprio uomo.

    RispondiElimina
  13. ho scoperto michael il 25 giugno 2009 vedendo i suoi videi trasmessi in tv....e mi sn innamorata di lui tutti i giorni askolto le sue canzoni...nn ce angolo della mia casa dove nn manka lui....è un angelo...sceso in terra ma andato via trpp presto...TI AMO MJ...R.I.P.

    RispondiElimina
  14. Io penso che Lisa Miarie sia una persona che amava veramente Michael, e a differenza di quanto dicono alcune mie amiche, io credo che sia una persona molto intelligente, e che ammiro molto.
    Quando vedo delle foto sue insieme a Michael, mo sento felice, perchè vedo che erano entrambi felici. Nei loro occhi c'è qualcosa di speciale, un "intendimento" fuori dal comune. Erano entrambe due persone che hanno sofferto molto, ma trovo bellissimo (e speciale) che si siamo trovate così.
    Si amavano davvero e non è vero (come certi dicono) che lei non ha fatto niente, che lei non lo amava abbastanza, o che non era al suo livello (di Michael)! Lisa Marie ha cercato di proteggerlo con tutte le sue forze, perchè Michael era un bambino, non si rendeva subito conto della gente che lo circondava, o di com'era davvero la gente che cercava di avvicinarsi a lui.
    Detto questo, vorrei passate all'argomento "Michael è vivo".
    Perchè tanta gente dice che lui sia vivo??!! E' morto, punto!!
    Fanno delle ipotesi assurde!
    Ma, io mi chiedo, perchè continuare a credere che sia ancora quì? Insomma, magari fosse quì, ma non è possibile.
    Michael Jackson è morto e noi non abbiamo fatto(e non potevamo fare) niente per strapparlo da quella crudele fine. Poi perchè dire che lui non è morto, quando tanta altra gente non famosa muore...e lì basta, quelli sono morti, ma MICHAEL JACKSON E' VIVO.
    Non è forse una persona come tutti noi?! Basta, ho scritto troppo...spero che questo commento venga pubblicato, perchè ora ho finalmente detto (non tutto)quello che pensavo. Grazie dell'attenzione.

    RispondiElimina
  15. Aveva ragione Michael....Sarebbe finito come Elvis....Ma se ci pensiamo un attimo, tutti i più grandi artisti se ne sono andati presto....troppo presto.
    Ci manchi, ma se continuiamo a pensarti nei nostri cuori sei ancora vivo, e lo sarai per sempre.

    RispondiElimina
  16. Possiamo solo fare dei commenti, ma noi non potremo mai sapere cosa voleva dire vivere con Michael,Lisa Marie non mi ha mai dato l'impressione di una donna che non lo amasse anzi doveva amarlo molto se ha preso la decisione di andare a vivere con lui portando i suoi 2 figli nati dal precedente matrimonio.
    Erano una bellissima coppia sinceramente mi dispiace che lei se ne sia andata, doveva avere dei seri motivi e in parte li ha svelati,è scappata prima di non riuscire più ad uscire dal labirinto intricato della vita di Michael.
    Noi che lo amiamo tantissimo cerchiamo inesorabilmente i colpevoli della sua morte, ma come sempre "Tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare".
    Schelly 13mj

    RispondiElimina
  17. LISA SEI STATA UNA DONNA DAVVERO MOOOOOOOOLTO FORTUNATA. COSì TANTO CHE FORSE NON TE NE RENDI CONTO. MJ CONCORD0 CON LEI IN QUEST ''SPERO CHE TU SIA FINALMENTE LIBERO DA TUTTO E TUTTI QUELLI CHE NON TI CAPIVANO''.......XO MI MANCHI! TI AMERò SEMPRE!!! CIAO MICHAEL BY LULI

    RispondiElimina
  18. Silvia sono PIENAMENTE d'accordo con tutto quello che hai detto: Lisa secondo me è stata una grande compagna x Michael e se se nè andata voleva dire che aveva commesso un errore e se ne era resa conto, si era accorta di non essere in grado di sopportare tutto quello che circondava Mike. Anche lei dice che è stato una grande sacrificio andarsene. La seconda cosa che ha detto Silvia: io non credo che MJ sia vivo, e bisogna smettere di cercare prove stupide e assolutamente assurde per provare che è vivo. Purtroppo infatti se nè andato. Volevo anche aggiungere che quelle che invidiano Lisa, che era una delle donne più fortunate del mondo...Ma andiamo!! Tutte noi consideriamo MIchael un idolo ma non abbiamo fatto la sua conoscenza per poter dire di amarlo, sappiamo quello che c'è scritto nelle interviste e nient'altro e anche se io mi fido di Mike non posso dire di amarlo, perchè non lo conosco. In più a Lisa sono morte le due persone più care che aveva, se bisogna invidiare una donna così allora mi sono persa qualcosa.

    RispondiElimina
  19. IO NON LA SOPPORTO!!!!!! E LA PERSONA PIU FALSA KE POSSA ESISTERE SU QUESTA TERRA.NON LE BASTA AVER PRESO IN GIRO MICHAEL,MA DEVE ANKE FARE LA FINTA BUONISTA ADESSO KE LUI NN C'E...DOVEVA RICORDARSI PRIMA DI STARE VICINA A LUI COME TUTTE LE MOGLI E AIUTARLO E CONFORTARLO QUANDO MIKE NE AVEVA BISOGNO!!!!E COSI KE SI VEDE QUANTO CI TIENI ALLA PERSONA KE AMI:SIGNIFICA KE NN LO AMAVA VERAMENTE;SI E FATTA SOLO PUBBLICITA VISTO KE NEXUNO SI ACCORGEVA DI LEI!!!RISPETTO COLORO KE STANNO DALLA PARTE DI LISA,MA IO NON RIESCO A SOPPORTARLA:LA CONSIDERO UNA VIPERA.

    RispondiElimina
  20. guardate questo video http://www.youtube.com/watch?v=qsRK0GFSF-k
    forse qualcuno di voi lo ha già visto,ad ogni modo guardate e ascoltate bene e avrete un immagine più chiara del sentimento di lisa per Michael

    RispondiElimina
  21. x KrisMichael... Tutti sfruttavamo Michael :,( Tatiana Tumbzen voleva (per fare un esempio) rendersi famosa dicendo che Michael la amava... (vedi tra le testimonianze di questo sito meraviglioso :D) forse anche Lisa... Forse però Michael proprio negli anni in cui si sono sposati viveva in una situazione così terribile che neanche lei riusciva a sopportarlo. Neanche Michael ci riuscì... :,( di solito non mi sta molto simpatica Lisa, ma ora la difendo perchè non è stata più cattiva di altri, non ce l'ha fatta... Anche se (se lo amava davvero) avrebbe dovuto stargli vicino sempre e comunque, si. Ma mi fa più schifo che la sua famiglia lo abbia completamente abbandonato... Lisa dice che gli stavano vicino ma questo è del tutto falso. I problemi Michael se li doveva risolvere e sorbire tutti da solo... D: era solo. Sempre by I LOVE MICHAEL

    RispondiElimina

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.