THE BOY AND THE PILLOW

Una saggio padre voleva che il suo figliolo imparasse una lezione. “Eccoti un cuscino in seta pura ricoperta con le piume più rare della terra”, disse. “Vai in città e vedi quanto ne guadagnerai”.
Per prima cosa, il ragazzo si recò al mercato, dove scorse un ricco mercante di piume. “Quanto mi offri per questo cuscino?”, gli chiese. Il mercante strinse gli occhi. “Ti darò cinquanta ducati d’oro, perché vedo che si tratta di un raro tesoro”. Il ragazzo lo ringraziò e proseguì.
Più avanti vide una contadina raccogliere dei vegetali sul ciglio della strada. “Quanto mi daresti in cambio di questo cuscino?”, le domandò. Lo toccò ed esclamò, “Oh, come è soffice! Ti darò un pezzo d’argento, mi piacerebbe tanto poter adagiare il mio stanco capo su un simile cuscino!”. Il ragazzo la ringraziò e andò avanti. In fine vide una giovane paesana lavare i gradini di una chiesa. “Cosa mi daresti per questo cuscino?”, la chiese. Guardandolo con uno strano sorrise, rispose, “Ti darò un penny, perché vedo che il tuo cuscino è duro a confronto con questi gradini”. Senza esitare, il ragazzo lasciò il cuscino ai piedi della ragazza.
“Ho avuto il miglior prezzo per il tuo cuscino”, disse a casa una volta tornato a casa, ed estrasse il penny.
“Cosa?!”, esclamò il padre. “Quel cuscino valeva almeno cento ducati d’oro!”.
“Questo è ciò che ha notato un ricco mercante”, disse il ragazzo, “ma, essendo avido, me ne ha offerti solo cinquanta. Tuttavia, ho ricevuto un’offerta migliore di questa. La moglie di un contadino mi ha offerto un pezzo d’argento”.
“Sei diventato matto”, disse il padre. “Quando mai un pezzo d’argento vale più di cinquanta ducati d’oro?”.
“Quando è offerto con amore”, rispose il ragazzo. “Se mi avesse dato di più, non avrebbe potuto nutrire i suoi bambini. Ma ho ricevuto un offerta anche migliore di questa. Ho visto una giovane paesana che lavava i gradini di una chiesa, che mi ha dato questo penny”.
“Sei proprio uscito fuori di senno!”, disse il padre, scuotendo il capo. “Quando mai un penny vale più di un pezzo d’argento?”.
“Quando è offerto con devozione”, rispose il ragazzo. “Stava lavorando per il suo Signore, e i gradini della Sua casa le sembravano più soffici di qualsiasi cuscino. Più povera della povertà, aveva ancora tempo per Dio. Ed è questo il motivo per cui le ho dato il cuscino”.
A quel punto il saggio padre sorrise e abbracciò il figlio, e, con una lacrima, mormorò, “Hai imparato bene”.


Nessun commento:

Posta un commento

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.