Michael Jackson, quel filmato lo riabilita

Articolo di LUCA DONDONI - LaStampa

Eccolo il tanto atteso film/documentario This is it dove in 112 minuti ci sono le immagini degli ultimi e unici cinque giorni di prove di uno spettacolo che avrebbe sancito l’addio alle scene del re del pop. Dieci, venti, forse trenta serate alla 02 Arena di Londra. La vita ha deciso diversamente.

Guardando This is it abbiamo avuto la conferma di una verità: Michael Jackson, poco prima che il cocktail di farmaci lo uccidesse, non era affatto il relitto umano mostrato da centinaia di tabloid scandalistici. In molti ricorderanno le sue foto in carrozzella. In This is it Michael Jackson è il personaggio che intere generazioni hanno imparato ad amare proprio per le sue movenze, passi e gesti entrati nella storia dello show business.

MJ, come lo chiama spesso il suo partner creativo Kenny Ortega, è sulla scena in ogni momento della produzione dello spettacolo. «Siamo felici - dicono Ortega e John Mc Clain, che hanno reso possibile il progetto - finalmente il mondo vedrà la verità. Tutta la famiglia di Michael ha appoggiato la realizzazione di un documentario che potesse mostrare le vere condizioni di salute del loro caro. Un uomo - continua Ortega - del quale ho apprezzato l’estrema gentilezza, la passione per le cose che faceva, la pignoleria che dopo tanti anni lo portava ancora a voler decidere non solo le canzoni in scaletta, ma anche il modo in cui dovevano essere arrangiate».

6 commenti:

  1. Confermo le parole del giornalista.
    Ho visto il film e sto progettando di tornare a vederlo e non ci sono dubbi. MJ non era il relitto che vorrebbero farci credere.
    Era più magro, si. A tratti stanco, vero. Ma sicuramente aveva la voce, la forza e la sua speciale passione per portare avanti lo spettacolo.
    Sono certa che Michael avrebbe voluto che i fan vedessero questo Film dato che, purtroppo, solo cosi può farci vedere cosa stava preparando per noi (e più di una volta dice che lo faceva per i suoi fan).
    Dal film esce sicuramente riabilitato. I fan (ed i curiosi) che lo vedono riescono a cogliere la sua essenza, la sua passione ed il suo amore per chi lo ha sempre sostenuto.

    Riposa in pace MJ... Noi continueremo a cantare e ballare le tue canzoni facendole vivere anche a chi verrà dopo.

    RispondiElimina
  2. Sono appena tornato dal cinema e devo dire che sono davvero soddisfatto del film. Inizialmente avevo paura che fosse un prodotto mediocre, impacchettato di corsa e di carriera per cercare di sfruttare il clamore della morte di MJ e fare cassa. Ma mi sono ricreduto completamente. Si vede un Michael in piena forma, con una voce ancora cristallina ed una energia davvero incredibile nonostante le 50 primavere. Viene mostrato quel talento che lo ha portato ad essere uno dei più grandi artisti del nostro tempo.

    RispondiElimina
  3. Concordo pienamente con i commenti prima di me...Credo che anche Michael sia contento di quello che abbiamo visto,ci ha mostrato ancora una volta,l'ultima volta,di essere un grande,il più grande,e noi non lo dimenticheremo proprio per questo.
    Come era scritto alla fine del film "L'amore vive per sempre" proprio il momento in cui ho pianto..è vero,Michael questo lo sapeva,ora dobbiamo solo continuare a portare il suo messaggio di bontà,gioia,speranza,e grande arte dappertutto,affinchè tutti possano capire chi era davvero Michael Jackson,era lui,semplicemente lui,non quello che ci hanno voluto far credere. Ti vogliamo bene Michael

    RispondiElimina
  4. Come dicevi tu: La verità prima o poi verrà a galla. e io sono per la verità!
    Ho visto il film e ti garantisco che la verità è uscita fuori..troppo tardi purtroppo,xchè tu non ne hai potuto godere in prima persona e dopo tanta sofferenza te lo meritavi questo riscatto!
    il film ti rende merito:io ho visto un artista perfezinista,impegnato ad ottenere il massimo per fare felici i suoi fans,ma anche un uomo umile e molto mite.Forse stanco, magro, ma sempre in grado di emozionare!
    La tua morte x me ha segnato la fine di un era..io ti ho amato Michael Jackson,come cantante,come ballerino,ho amato la tua bellezza,
    il tuo gusto x la moda,ma ho anche avuto paura di te,dei tuoi cambiamenti.Ho avuto paura delle tue paure e dell'immagine distorta che ci è stata data di te.
    ti chiedo scusa se sono arrivata alla verità troppo tardi.
    Il film mi ha permesso di conoscerti un pò + da vicino e con un nodo in gola dico che:Non è giusto che tu sia morto,non doveva finire così!Non ci sarà mai + un altro Michael Jackson!
    Continuo a sentire la tua mancanza..ma è vero L'AMORE VIVRA' X SEMPRE!.. il tuo amore ci è arrivato ed è riuscito a vivere oltre la morte!!

    RispondiElimina
  5. Anonimo,sai anche io ho pianto a quella frase!!!ma non solo di tristezza,anche di gioia perchè Jacko ha dimostrato che dati i suoi 50'anni poteva ancora fare la sua parte da KING OF THE POP,certo!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ho una cosa da dedicare a Jacko e a tutti i fans del blog:JACKO GRAZIE DAVVERO HAI AGITO ANCHE DAVANTI ALLE SCIOCCHEZZE DETTE IN TV E NEI GIORNALI CHE TU NON LEGGI MAI,IL NOSTRO CUORE è TUO COME IL TUO è IL NOSTRO.TRA GIOIE E DOLORI TU DA QUEI MALORI SEI SCAPPATO ANCHE QUANDO TI HANNO DENUNCIATO.NON HAI AVUTO PAURA E QUI OGNI FAN LO GIURA.AMORE A TE AMORE A NOI GRAZIE JACKO PER L'AMORE CHE HAI DATO!!!è una specie di poisia ma non so nemmeno se vi piacerà...

    RispondiElimina

Sono ammesse critiche sia al sito che al personaggio, a patto che non siano offensive. In caso contrario, qualsiasi commento ritenuto non idoneo sara' eliminato senza essere pubblicato.

N.B: i commenti vengono pubblicati SOLO dopo essere stati prima approvati dall'amministratore.